Sette sono le ore per un sonno p…

[caption id="attachment_8…

Urologia: utilizzo delle cellule…

La Fondazione italiana co…

Genoma: nuovo metodo per monitor…

Un team di ricercator…

ESMO 2012 - "CA polmonare: benef…

  Afatinib*: beneficio s…

La proteina p53 ha un ruolo impo…

[caption id="attachment_5…

Svizzera, primo intervento al ce…

[caption id="attachment_1…

Neuroprotesi che rende "palpabil…

Una schiera di elettrodi …

E' nato il primo bambino italian…

UNA REALE CONCRETA POSS…

Trapianto di fegato: un modello …

Ricercatori dell'universi…

Anche il sangue ha una scadenza

Anche il sangue scade, co…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Albumina – creatina e attacchi di cuore

Scoperto un nuovo indicatore per prevedere la prognosi dell’attacco di cuore. Il rapporto tra albumina e creatina presenti nelle urine, infatti, permetterebbe di avere molte indicazioni sulla probabile progressione dell’attacco. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Universita’ di Glasgow (Gran Bretagna), che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista Lancet. “Un incremento della secrezione della proteina albumina nelle urine e’ un fattore consolidato di rischio di mortalita’ e attacchi cardiaci”, ha detto John JV McMurray del British Heart Foundation Cardiovascular Research Centre, a capo dello studio.

“Abbiamo scoperto che il rapporto tra albumina e creatina (UACR) permette di prevedere il decorso di un attacco di cuore”. Per i ricercatori, l’UACR e’ un sistema di prognosi semplice ma efficace. “E’ possibile effettuarlo con facilita'”, ha concluso McMurray. “Il suo valore per le previsioni cliniche e’ di grande interesse per medici e pazienti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: