GE HEALTHCARE LANCIA UN ACCELERA…

L’acceleratore di impresa…

Nuovo metodo per mappare le prot…

Dopo la mappatura del gen…

Riabilitazione post-ictus: innov…

È attualmente in fase di …

Meccanismo che fornisce ferro di…

[caption id="attachment_8…

Cellule staminali neurali iniett…

Le cellule staminali neu…

SLA: promettente il risultato di…

Un nuovo approccio ne…

Insetti e il segreto muscolare d…

Per il battito d'ali …

Come i virus arrivano al cervell…

[caption id="attachment_8…

Le giornate neurologiche torines…

Dalle Giornate Neurologic…

Ora la Farmacia dei servizi è pi…

Le linee di intervento us…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una zecca con una proteina che attacca cellule cancerogene

Amblylomma cajannese

Amblylomma cajannese

Sono moleste, eppure, secondo una studiosa brasiliana, potrebbero aiutare a sconfiggere i tumori. Le ricerche condotte sulla zecca sudamericana Amblylomma cajennese mostrano che una proteina contenuta nella sua saliva distrugge le cellule cancerogene e lascia integre quelle sane.


Lo ha sperimentato sui topi la biologa molecolare Ana Marisa Chudzinski-Tavassi dell’Istituto Butantan di Sao Paulo, che ha fatto la scoperta piuttosto casualmente ed e’ stata aiutata da altri ricercatori. La proteina, cui ha dato il nome di “fattore X attivo”, potrebbe migliorare notevolmente la terapia del cancro una volta messi a punto gli opportuni farmaci, che pero’ richiedono ancora test, approfondimenti e soldi. Ma, dice, “e’ una novita’ decisiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: