Sette sono le ore per un sonno p…

[caption id="attachment_8…

Urologia: utilizzo delle cellule…

La Fondazione italiana co…

Genoma: nuovo metodo per monitor…

Un team di ricercator…

ESMO 2012 - "CA polmonare: benef…

  Afatinib*: beneficio s…

La proteina p53 ha un ruolo impo…

[caption id="attachment_5…

Svizzera, primo intervento al ce…

[caption id="attachment_1…

Neuroprotesi che rende "palpabil…

Una schiera di elettrodi …

E' nato il primo bambino italian…

UNA REALE CONCRETA POSS…

Trapianto di fegato: un modello …

Ricercatori dell'universi…

Anche il sangue ha una scadenza

Anche il sangue scade, co…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

‘Nuove’ staminali ribaltano l’origine del colore della pelle

cellule pigmentanti

cellule pigmentanti

Il ‘colore’ della pelle potrebbe dipendere da un ‘nuovo’ tipo di staminali. E’ quanto emerge dallo studio pubblicato su Cell dai ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, che hanno scoperto le cellule responsabili del pigmento ipodermico.

La pigmentazione cutanea e’ dovuta all’azione della melanina, una sostanza prodotta dalle cellule epidermiche chiamate melanociti che, finora, si riteneva fossero generate dal feto durante la gestazione.
Gli studiosi hanno invece scoperto che i melanociti sono presenti anche negli adulti e si sviluppano da un tipo di cellule immature che si trovano nelle fibre nervose della pelle, chiamate cellule precursori di Schwann, le quali, a loro volta, sarebbero un diverso un tipo di staminali. ‘Il nostro studio – spiega Patrik Ernfors, docente del Karolinska Institutet – fornisce nuove informazioni sui cambiamenti nella pigmentazione della pelle e puo’ aiutarci a comprendere lo sviluppo di patologie importanti quali il melanoma’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: