Artrite reumatoide: esame ecogra…

[caption id="attachment_1…

Livelli di albumina e rischi tro…

[caption id="attachment_5…

Prosegue nel segno della continu…

 L’IRCCS milanese smentis…

I Distretti sanitari sullo sciop…

Senigallia (AN), 12 Maggi…

L'ipertensione aumenta rischio s…

L'ipertensione e' associa…

Sensore intelligente: 5 secondi …

[caption id="attachme…

Artroplastica: decorso post-oper…

Nonostante il crescente r…

PSA: esame dal quale si ottengon…

I possibili benefici e r…

Individuate le aree cerebrali re…

Lo studio delle lesioni c…

Fibrillazione atriale: cosa vuol…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vitamina C: si dimostra in grado di modificare cellule adulte in staminali embrionali

La vitamina C sarebbe in grado di stimolare e migliorare la riprogrammazione delle cellule adulte in staminali. È quanto emerge dallo studio pubblicato su Cell Stem Cell dai ricercatori della Chinese Academy of Sciences di Guangzhou, in Cina.

La ricerca rappresenta un passo avanti nell’ambito della medicina rigenerativa, le cui ultime scoperte hanno consentito di riprogrammare le cellule adulte in molecole con caratteristiche simili alle cellule staminali embrionali (chiamate anche pluripotenti, cioè in grado di svilupparsi in quasi tutti i tipi di tessuto), dando vita alle staminali pluripotenti “indotte”.


Nel corso dello studio, condotto su un gruppo di topi e su cellule umane, gli esperti cinesi hanno scoperto che la vitamina C sarebbe in grado di facilitare la generazione di cellule staminali da normali cellule adulte grazie alla sua capacità di ridurre l’invecchiamento cellulare e di incentivare i cambiamenti di espressione genica, rendendo più efficiente la transizione in staminali pluripotenti.

“Il nostro studio – spiega Duanqing Pei, ricercatore della Chinese Academy of Sciences – evidenzia la possibilità di migliorare la generazione di cellule staminali pluripotenti indotte grazie all’utilizzo della vitamina C e alla sua capacità di invertire il processo di invecchiamento cellulare. Ulteriori ricerche potrebbero approfondire i risultati ottenuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: