Lesioni muscolari: individuati g…

Un nuovo studio effettuat…

Tempi di reazione lenti associat…

Avere tempi di reazione l…

Trichinosi: sequenziato il genom…

Il genoma del nematode pa…

DNA: altre linee di informazione…

Le ridondanze che si osse…

Il Mese Europeo del cervello: pr…

Per celebrare il Mese e…

Tumori: creato prototipo TAC dei…

Realizzato un nuovo proto…

Obesità: a Milano la soluzione c…

Presso l’IRCCS Multimedic…

La musica del cuore che fa bene …

Una ricerca dell'Univ…

Paradontiti curate con cellule s…

Denti a rischio caduta pe…

Il gruppo sanguigno "A" più espo…

La suscettibilita' alle i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La potenza antibiotica della pelle delle rane

Sono almeno 100 gli antibiotici che potrebbero nascondersi nella pelle delle rane. A studiarli sono i ricercatori della United Aran Emirates University di Abu Dhabi, che hanno presentato i primi risultati al meeting dell’American Chemical Society. I ricercatori guidati da Michael Conlon hanno isolato le sostanze potenzialmente utili, cercando di eliminare le caratteristiche dannose per l’uomo e di ‘fissare’ quelle che si degradano facilmente.

Tra quelle piu’ promettenti ce n’e’ anche una contro lo Stafilococco aureo resistente alla Meticillina (Mrsa), uno dei batteri piu’ pericolosi perche’ inattaccabile dagli antibiotici tradizionali. “La pelle dei rospi e’ un serbatoio molto promettente”, ha spiegato il ricercatore, “questi animali sono sul nostro pianeta da milioni di anni e hanno avuto tutto il tempo di adattarsi ai vari agenti patogeni che hanno incontrato e che incontrano nei loro habitat, che spesso sono ricchi di germi come le acque inquinate”. Il gruppo dell’Universita’ araba ha studiato composti da piu’ di 6mila specie di rane, arrivando a isolarne circa 200.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: