Mammografia: meglio se effettuat…

Prosegue il dibattito a c…

Forme di cancro particolarmente …

La teoria dell'evoluzion…

HIV: Janssen annuncia due import…

Cologno Monzese, Milano, …

RNA: scoperta la classe che rego…

Un gruppo di ricercatori …

Ottenuta albumina umana da chicc…

Un team di ricercatori ci…

Tumori: nuovo test a basso costo…

Messa a punto una nuova m…

Il processo di riparazione del D…

Ricercatori che studiano …

Infarto: cellule staminali ed on…

Potrebbe risiedere nelle …

Confermata efficienza classe far…

[caption id="attachme…

La vista presto 'risarcita' da u…

Permettere ai non vedenti…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cardiomiopatia: una variante genetica espone al rischio

Una variante genetica aumenta del 50% il rischio di sviluppare con l’eta’ una cardiomiopatia dilatativa (Dcm), grave problema cardiaco che colpisce 6 soggetti su 100mila. A trovarla e’ stata una ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Plos Genetics. La Dcm e’ stata associata a una serie di mutazioni che colpisce le cellule muscolari, ma in molti casi la causa rimane sconosciuta.

Per identificare i fattori di rischio genetici nei casi dei pazienti che non hanno precedenti in famiglia i ricercatori tedeschi e francesi hanno analizzato il Dna di 5500 pazienti e di soggetti di controllo, scoprendo che una variante di un gene chiamato HSPB7 e’ fortemente associato alla suscettibilita’ alla Dcm. “Al momento non e’ disponibile un test genetico per questa variante – spiegano i ricercatori – ma questa ricerca e’ un primo passo verso misure di prevenzione per questa patologia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: