Ipofisi: in arrivo nuove cure pe…

[caption id="attachment_5…

Anemia di Fanconi curata in vitr…

[caption id="attachment_9…

Senza un’informazione più comple…

Roma, 31 agosto 2015 – “I…

Sclerosi Multipla: gli ecceziona…

Roma, 28 gennaio 2009 – L…

Scritta la mappa genetica del ca…

[caption id="attachment_7…

Virus Ebola: scoperto anticorpo …

Roma, 21 nov - Scoperto u…

Dipendenze: un nuovo modello neu…

Grazie a un test su topi …

Lonquex® (XM22 lipegfilgrastim) …

Il parere positivo del …

Chirurgia minivasiva: una “filos…

A Roma, nell’ambito del C…

Autismo: 'scagionati' quasi del …

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ictus: prevedibile negli anziani con test di disegno

Un semplice test con un disegno puo’ prevedere il rischio di decesso in seguito al primo ictus negli uomini anziani.

Il Trail Making Test (TMT), che consiste nel disegnare con una matita delle linee verticali ascendenti tra numeri o lettere il piu’ velocemente possibile, sarebbe infatti in grado di prevedere chi e’ maggiormente a rischio di morte da ictus. Lo rivela una ricerca dell’Universita’ di Uppsala in Svezia e pubblicata sul British Medical Journal Open. “Il TMT e’ un buon indicatore delle funzioni cognitive, e assieme a altri test e’ largamente usato per le diagnosi di demenza senile.

In particolare, il TMT identifica dei difetti cognitivi latenti, causati da malattie cerebrovascolari che non hanno ancora manifestato altri sintomi”, hanno spiegato i ricercatori. “Abbiamo analizzato 1000 uomini anziani tramite questi test e monitorato il loro stato di salute dal 1991 al 2006. Di questi – hanno proseguito – 155 hanno subito un ictus grave o leggero, e piu’ della meta’ di loro e’ deceduta entro 2 anni dall’evento”. Prendendo in considerazione altri fattori come eta’, pressione sanguigna e istruzione, i ricercatori hanno determinato che gli anziani con bassi punteggi nel TMT avevano 3 volte piu’ probabilita’ di morire in seguito al primo ictus rispetto agli altri: “Questo ci porta a concludere che questo semplice test scritto e’ un predittore affidabile del rischio di decesso da ictus”, hanno concluso i ricercatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: