Assogenerici: Poche e semplici n…

I produttori di equivalen…

Tubercolosi: vaccino basato sul …

Gli scienziati della McMa…

Da cellule staminali a ovociti n…

Linee di cellule germinal…

DOCTOR'S LIFE, medici oltre lo s…

Roma, 04 novembre 2014 - …

Glioma: ancora ampliamenti di st…

Alcuni farmaci attualment…

Proteina mutante de virus dell'H…

Sfruttando l'elevata capa…

Scoperta nuova molecola che bloc…

Il gruppo di Oncogenomica…

Frattura colonna vertebrale: int…

Un'operazione chirurgica …

AIDS: Italiani individuano il ti…

Basta appena un contatto,…

Leucemia: verso un possibile vac…

Il sistema immunitario de…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Da cellule staminali a ovociti nel topo, funzionali

Linee di cellule germinali in grado di maturare in ovociti perfettamente funzionali sono state ottenute partendo sia da staminali embrionali sia da staminali pluripotenti indotte. La ricerca, condotta sul topo, potrà fornire indicazioni per il trattamento di alcune forme di infertilità umana.

Partendo da cellule staminali, un gruppo di ricerca dell’Università di Kyoto è riuscito a ottenere cellule germinali in grado di produrre cellule uovo di topo funzionali. Successivamente, come si legge su “Science” in un articolo a prima firma Katsuhiko Hayashi, le uova sono state fecondate in vitro e, una volta reimpiantate in femmine di topo, hanno dato vita a prole fertile.

 

La ricerca, che riproduce per la parte femminile quello che lo stesso gruppo di scienziati era riuscito a ottenere lo scorso anno per il tessuto germinale maschile, producendo spermatozoi vitali, potrebbe aprire la porta a una migliore comprensione dei meccanismi di formazione delle cellule germinali femminili e  fornire indicazioni per il trattamento di alcune forme di infertilità umana.

Nei mammiferi la linea cellulare germinale proviene da epiblasti pluripotenti che rappresentano le cellule germinali primordiali e che sviluppano poi un dimorfismo sessuale, generando spermatozoi nei maschi e ovociti nelle femmine.

Nel corso della ricerca, diretta da Mitinori Saitou, i biologi sono partiti da due tipi di cellule staminali di femmine di topo: le staminali embrionali, provenienti da embrioni a uno stadio precoce e dotate del potenziale di svilupparsi in qualsiasi tipo di tessuto; e cellule staminali pluripotenti indotte (iPSCs), ossia provenienti da cellule somatiche adulte indotte a ritornare a uno stadio di pluripotenza.

Lavorando su un numero ridotto di geni di queste cellule, i ricercatori sono riusciti a trasformarle in cellule molto simili alle germinali primordiali, che hanno poi messo in coltura con cellule di gonadi di topo femmina, ottenendo così aun “ovaio ricostituito”, che è stato poi trapiantato in una femmina. Lì, le cellule sono state in grado di portare a maturazione ovociti funzionali che, isolati e utilizzati per una fecondazione in vitro, hanno prodotto topi fertili, dimostrando che sia le cellule staminali embrionale sia le cellule staminali pluripotenti indotte possono essere utilizzate per generare ovociti completamente funzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: