Poliomielite: serve un vaccino n…

La battaglia contro la po…

Abbronzatura: una microcapsula p…

Un nuovo metodo basato su…

Cancro: il caso più antico mai t…

Scoperto il più antico ca…

Ricercatori europei sono riuscit…

Un team di ricercatori is…

Gli oncologi si pronunciano circ…

Mirtilli e melanzane anti…

Retinoblastoma: arriva nuova cur…

[caption id="attachment_1…

Come la ris. magnetica puo' esse…

[caption id="attachme…

Obesita’, una patologia ad alto …

Associazione di Iniziativ…

Come i batteri marini conformano…

I microrganismi marini et…

Leucemia in fase avanzata: nuovo…

In occasione di uno de…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il licopene contenuto nei pomodori dimezza il rischio ictus

l rosso che salva dall’ictus: secondo uno studio pubblicato sulla rivista internazionale Neurology, il licopene – sostanza naturalmente contenuta in grandi quantità nei pomodori, ma anche nei peperoni e nelle angurie – può arrivare a far dimezzare il rischio di sviluppare un ictus: il merito sarebbe dell’effetto antiossidante e antinfiammatorio del licopene, e delle sue capacità di prevenire la coagulazione del sangue.
La scoperta è stata fatta da un gruppo di studiosi finlandesi della University of Eastern Finland in Kuopio che hanno diviso 1.031 uomini in 4 gruppi in base alla quantità di licopene contenuto nel sangue. Lo studio, durato 12 anni, ha messo poi in evidenza che nel gruppo di uomini con minori quantità di licopene nel sangue si erano verificati 25 ictus su 258 uomini, mentre nel gruppo con più alta concentrazione di licopene solamente 11 uomini avevano avuto un ictus.


Conti alla mano, i ricercatori hanno quindi stabilito che con una dieta ricca di licopene il rischio di ictus può arrivare a ridursi del 55% .

Nonostante siano necessarie ulteriori ricerche per aiutarci a capire perché il licopene sortisca questo tipo di beneficio nel confronti dell’ictus, «Questo studio prova, come già hanno fatto altre ricerche, che una dieta ricca di frutta e verdura è associata a un minor rischio di ictus – spiega Jouni Karppi, primo autore della ricerca -. I risultati supportano la raccomandazione che consumare più di cinque porzioni di frutta e verdura al giorno potrebbe portare a una forte riduzione del numero di ictus a livello mondiale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: