Tac a spirale: riduce del 20 per…

[caption id="attachment_9…

Identificato il gene della "feli…

Si chiama Maoa ed e' il g…

Fumo: studio comprova l'efficaci…

I prodotti sostitutivi …

Chirurgia estetica: seno sì, ma …

Da oggi sara' possibile a…

QUANDO IL NEONATO ARRIVA D’ESTAT…

Come comportarsi con il b…

Tumori del seno: Broccoli blocca…

[caption id="attachment_7…

Ossitocina: Scoperta associazion…

Una variante del gene OXT…

Vacanze esotiche con i bambini: …

Consigli, profilassi, ter…

Degenerazione maculare senile: a…

Scoprire per tempo la pre…

Sonno: esperti consigliano di ca…

Il cuscino andrebbe cambi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: ciglia cellulari guidano neuroni durante lo sviluppo embrionale

Un nuovo studio ha mostrato il ruolo dinamico delle ‘ciglia’ cellulari nel guidare la migrazione dei neuroni nel cervello embrionale. Le ciglia sono delle piccole strutture simili ai peli che si trovano sulla superficie delle cellule ma nel cervello agiscono piu’ come delle piccole antenne radio. Lo studio della Emory University e’ stato pubblicato su ‘Developmental Cell’. I ricercatori hanno osservato ciglia che si estendevano e si ritraevano in corrispondenza della migrazione dei neuroni durante lo sviluppo di alcuni embrioni di topi.

Le ciglia sembravano ricevere i segnali necessari ai neuroni per trovare ilo posto in cui sistemarsi. Gli studiosi hanno anche mostrato che alcune mutazioni genetiche che possono causare un disordine nel neurosviluppo noto come sindrome di Joubert possono interferire con questa funzione migratoria delle ciglia. La scoperta suggerisce che i problemi con la migrazione dei neuroni potrebbero spiegare alcuni aspetti dei sintomi dei pazienti che hanno questa malattia. “Siamo stati sorpresi di scoprire il suolo dinamico delle ciglia. mentre gli interneuroni migrano per far sviluppare la corteccia cerebrale, queste si muovono.
Quando si fermano, le cilia si estendono, come se gli interneuroni stessero cercando di capire dove andare”, ha spiegato Tamara Caspary, fra gli autori dello studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: