Servizio farmaceutico: l’Italia …

Roma, 17 giugno 2013 - “I…

Cancro prostatico valutato con d…

[caption id="attachme…

Scienziato italiano scopre nuova…

La scoperta "fornisce inf…

La sindrome di Otello, gelosia e…

La gelosia delirante a c…

Puntura di zecca potrebbe svilup…

La puntura di una zecca p…

Ridere aiuta la memoria, lo stre…

UNA RISATA ci salverà, pe…

Oncologo: dalle sigarette elettr…

"Il vantaggio evident…

Sclerosi Multipla: "l'altra ipot…

La causa della Sclerosi M…

Acne: l'utilizzo di alcuni farma…

L'uso di certi prodotti p…

Puntura di zecca: allo studio un…

Una ricerca dell'Universi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Completato l’arruolamento dei pazienti nello studio di valutazione degli esiti cardiovascolari con linagliptin in pazienti con diabete di tipo 2

Lo studio CAROLINA di valutazione degli esiti cardiovascolari con linagliptin, in confronto diretto con glimepiride, ha concluso l’arruolamento dei pazienti.

Ingelheim, Germania, 8 novembre 2012 – Boehringer Ingelheim e Eli Lilly and Company hanno annunciato il completamento dell’arruolamento dei pazienti nello studio di valutazione degli esiti cardiovascolari con linagliptin verso glimepiride nel diabete di tipo 21. Linagliptin è attualmente l’unico inibitore della DPP-4 messo a confronto diretto con un comparatore attivo in uno studio prospettico a lungo termine sugli esiti cardiovascolari (CV).

“L’impatto delle terapie per il diabete sulle complicanze cardiovascolari non è ancora completamente noto, e questa scarsa conoscenza pone delle difficoltà agli specialisti, considerato l’alto tasso di co-morbilità cardiovascolare nei pazienti con diabete di tipo 2” ha affermato il Professor Klaus Dugi, Corporate Senior Vice President Medicine di Boehringer Ingelheim. “Lo studio CAROLINA colmerà questa carenza di informazioni sugli esisti cardiovascolari a lungo termine nella terapia con linagliptin e glimepiride, e dimostra il nostro impegno nell’approfondire le conoscenze scientifiche sulle opzioni terapeutiche”.
Lo studio comprende più di 6.000 pazienti in oltre 670 Centri sperimentali in 43 Paesi nel mondo. Lo scopo dello studio è quello di indagare e confrontare l’impatto a lungo termine della terapia con linagliptin verso quella con glimepiride, in termini di morbilità cardiovascolare e relativa mortalità su un periodo di circa 6–7 anni.1 Lo studio, inoltre, valuterà anche endpoint secondari di efficacia sul controllo glicemico e parametri di sicurezza, fra cui peso corporeo e incidenza di ipoglicemia.1  Uno studio precedente ha confrontato linagliptin e glimepiride con l’obiettivo di valutarne l’efficacia ipoglicemizzante dopo due anni di trattamento. Lo studio ha dimostrato una riduzione della glicemia simile con i due farmaci, ma linagliptin è stato associato a minori ipoglicemie e minore aumento ponderale rispetto a glimepiride. Questo precedente studio, però, non è stato disegnato per valutare in modo completo gli effetti cardiovascolari dei due farmaci.2
L’endpoint primario di CAROLINA sarà il tempo che intercorre prima che si verifichi il primo fra i seguenti eventi:  mortalità per cause cardiovascolari, infarto del miocardio non fatale, ictus non fatale o ricovero per angina pectoris instabile.1 Il completamento dello studio è previsto nel 2018.
Linagliptin è stato approvato dalla FDA statunitense, dall’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) e da altre autorità regolatorie nel mondo, per il trattamento di pazienti adulti con diabete di tipo 2 in monoterapia o in associazione a metformina, in aggiunta a insulina, sulfanilurea,  pioglitazone  e metformina più sulfanilurea (le ultime due terapie d’associazione sono state approvate solamente dall’FDA negli Stati Uniti).3, 4 Con linagliptin non è necessario alcun aggiustamento di dosaggio, come ad esempio sulla base del declino della funzionalità renale o della compromissione epatica*.3

Disegno dello Studio CAROLINA1

CAROLINA valuta la sicurezza cardiovascolare di linagliptin in confronto a glimepiride in pazienti con diabete di tipo 2 a maggior rischio cardiovascolare.

I criteri di inclusione hanno compreso almeno uno fra i seguenti:

  • Precedenti complicanze vascolari;
  • Evidenza di danno d’organo (ad esempio albuminuria);
  • Età >70 anni;
  • Due o più fattori di rischio cardiovascolare.

I pazienti sono prevalentemente in terapia di base con metformina, ma il protocollo consente l’arruolamento anche dei pazienti per i quali l’utilizzo della metformina è controindicata, ad esempio, per compromissione renale. Linagliptin 5 mg viene messo a confronto con glimepiride 1–4 mg in 6.000 pazienti con un follow-up a 6–7 anni.

Linagliptin

Linagliptin è un inibitore della DPP-4 (dipeptidilpeptidasi-4), un enzima coinvolto nell’inattivazione degli ormoni (incretine) peptide-1 simil glucagone (GLP-1) e polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (GIP). Linagliptin aumenta la secrezione dell’insulina in maniera glucosio-dipendente e riduce la secrezione di glucagone, con conseguente miglioramento generale dell’omeostasi del glucosio.

Linagliptin (5 mg, una volta/die) viene commercializzato con il marchio Trajenta® in Europa e Canada, Tradjenta™ negli Stati Uniti, Trazenta® in Giappone, e in ulteriori mercati.

Linagliptin è un farmaco da prescrizione da associare a dieta e attività fisica per ridurre la glicemia in soggetti adulti con diabete di tipo 2.  Il farmaco non va assunto da pazienti con diabete di tipo 1 o con chetoacidosi diabetica (aumento dei chetoni nel sangue o nelle urine). 3

 

Il Diabete

Si stima che 366 milioni di persone nel mondo soffrano di diabete di tipo 1 e 2. 1  Il diabete di tipo 2 è il più diffuso con una percentuale stimata tra il 90% e il 95% di tutti i casi di diabete. 2 Il diabete è una malattia cronica che insorge quando l’organismo non è più in grado di produrre o utilizzare in maniera adeguata l’ormone insulina.3

 

L’alleanza Boehringer Ingelheim e Eli Lilly and Company     

A gennaio 2011 Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company hanno annunciato di aver formato un’alleanza  per l’area diabetologica che riguarda quattro farmaci in via di sviluppo in alcune fra le principali classi farmacologiche. L’alleanza poggia sui punti di forza di due delle maggiori aziende farmaceutiche a livello mondiale, unendo la comprovata capacità d’innovazione che contraddistingue la ricerca di Boehringer Ingelheim, all’esperienza e al ruolo di protagonista in diabetologia che riveste Lilly da molti decenni. Con questa alleanza, le due aziende rinnovano l’impegno e la volontà di mettere a disposizione nuove soluzioni terapeutiche finalizzate alla cura e al miglioramento della qualità della vita dei pazienti con diabete.

E’ possibile trovare maggiori informazioni sull’alleanza sul sito www.boehringer-ingelheim.com o sul sito www.lilly.com.

 

Boehringer Ingelheim

Il gruppo Boehringer Ingelheim è una delle prime 20 aziende farmaceutiche del mondo. Il Gruppo ha sede a Ingelheim, Germania, e opera a livello globale con 145 affiliate e più di 44.000 dipendenti. Sin dalla sua fondazione nel 1885, l’azienda di proprietà familiare si è dedicata alla ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti innovativi dall’elevato valore terapeutico nel campo della medicina e della veterinaria.

Operare in maniera socialmente responsabile è un punto centrale della cultura e dell’impegno di Boehringer Ingelheim. La partecipazione a progetti sociali, l’attenzione ai propri dipendenti e alle loro famiglie, l’offerta di pari opportunità per tutti i dipendenti costituiscono le fondamenta delle attività del Gruppo a livello mondiale.  Mutua collaborazione e rispetto, al pari della tutela e della sostenibilità ambientale, sono parte integrante di ogni iniziativa  che Boehringer Ingelheim intraprende.

Nel 2011 l’azienda ha registrato un fatturato netto di circa 13,2 miliardi di euro. Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo nell’area Farmaci da Prescrizione sono il 23,5% del fatturato netto.

Per maggiori informazioni  è possibile visitare il sito www.boehringer-ingelheim.com.

 

Eli Lilly and Company

Prima azienda guidata dall’innovazione, Lilly sta sviluppando un portafoglio sempre più ampio di prodotti farmaceutici grazie alle ricerche all’avanguardia dei propri laboratori in tutto il mondo e alla collaborazione con eminenti organizzazioni scientifiche. Lilly ha sede a Indianapolis, Indiana (USA). Con farmaci e informazione Lilly dà risposte ad alcune delle esigenze mediche più urgenti a livello mondiale. E’ possibile trovare ulteriori informazioni su Lilly sul sito www.lilly.com.

 

Lilly Diabetologia

Lilly è leader mondiale in diabetologia dal 1923, quando ha introdotto sul mercato la prima insulina commerciale al mondo. Oggi prosegue nel suo operato per rispondere alle diverse necessità di coloro che soffrono di diabete, con attività di ricerca, collaborazioni, un portafoglio prodotti ampio e in espansione ed un impegno incessante per offrire vere soluzioni – farmaci, programmi di sostegno e molto altro – al fine di  migliorare la vita delle persone.

 

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito  http://www.lillydiabetes.com

 

BIBLIOGRAFIA

1.               Rosenstock. American Diabetes Association, 71st Scientific Sessions, San Diego, CA, 1103-P; NCT01243424. 2011.

2.               Gallwitz B, Rosenstock J, Rauch T, Bhattacharya S, Patel S, von Eynatten M, et al. 2-year efficacy and safety of linagliptin compared with glimepiride in patients with type 2 diabetes inadequately controlled on metformin: a randomised, double-blind, non-inferiority trial. Lancet. 2012; 380(9840): 475-83.

3.               Brown JB, Nichols GA, Perry A. The burden of treatment failure in type 2 diabetes. Diabetes Care. 2004; 27(7): 1535-40.

4.               Jentadueto™ (linagliptin/metformin HCI) tablets. Highlights of Prescribing Information. Initial US Approval: 2012.

5.               International Diabetes Federation. The Global Burden.  IDF Diabetes Atlas (5th Edition); 2011.

6.               World Health Organization. Fact Sheet No. 312 What Is Diabetes? Available from: http://www.who.int/mediacentre/factsheets/fs312/en/print.html

7.               International Diabetes Federation. What is diabetes? .  IDF Diabetes Atlas (5th Edition) 2011.

 

1 comment

  1. Pingback: Completato l’arruolamento dei pazienti nello studio di valutazione degli esiti cardiovascolari con linagliptin in pazienti con diabete di tipo 2 | Solo Sogni Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: