Come i geni ingannano il sistema…

[caption id="attachme…

Dal CNR: il gene chiave per lo s…

[caption id="attachme…

L’Umbria all’avanguardia nella p…

Sabato 14 febbraio parte …

Linfociti esausti tengono a bada…

Due distinti sottoinsiemi…

Legumi ottimi deterrenti per tum…

Mangiare almeno tre volte…

Approvato olodaterolo in monosom…

·  Studi di Fase III hann…

HIV: si chiarisce una differenza…

[caption id="attachment_9…

Test DNA: sara' realta' per prev…

Un test del Dna capace di…

Senza farmacista, il medicinale …

Roma, 24 novembre 2011 …

Alzheimer: colpisce le donne più…

Rispetto all’uomo, la mal…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Merck Serono lancia “La mia voce”, l’app per i pazienti colpiti da tumore della testa e del collo

 merck_serono_logo2
  • L’app “La mia voce” è stata pensata per supportare chi, ad esempio affetto da un tumore della testa o del collo, deve affrontare temporaneamente o per sempre la mancanza di voce
  • L’app è messa a disposizione gratuitamente per le piattaforme Apple e Android e scaricabile dai rispettivi store online
  • L’app viene presentata in occasione della European Head & Neck Cancer Awareness Week, prima campagna internazionale di sensibilizzazione sui tumori della testa e del collo

 

Milano, 23 settembre 2013 – “Due voci possenti ha il mondo: la voce del mare e la voce della montagna”. William Wordsworth, nelle sue “Scene descrittive” del 1793, aveva forse dimenticato una terza e potente voce: quella dell’uomo, strumento per comunicare e relazionarsi con i propri simili.

A volte, però, l’uomo deve fare fronte alla mancanza della propria voce, temporaneamente o in maniera permanente. Non poter parlare provoca frustrazione e senso di isolamento: si pensi a quale disagio si proverebbe a non poter esprimere a parole le proprie sensazioni, come  “sto male” o “sono tranquillo”

Le persone affette da tumore della testa e del collo possono andare incontro a questi problemi, con gravi conseguenze a livello psicologico e relazionale.

Da oggi, però, possono contare  su un nuovo strumento che può aiutarle ad uscire dal senso di frustrazione e isolamento.

Merck Serono S.p.A., affiliata italiana di Merck Serono, la divisione biofarmaceutica di Merck, ha infatti presentato “La mia voce”, la prima applicazione al mondo di comunicazione assistita per tablet e smartphone pensata appositamente per i pazienti colpiti da tumore della testa e del collo.

L’app è messa a disposizione gratuitamente e scaricabile dagli store Apple (App Store) e Android (Google Play).

“La mia voce”, attraverso diversi strumenti di comunicazione assistitapuò supportare i pazienti nell’esprimere con estrema facilità le proprie necessità, emozioni ed eventuali difficoltà nella vita di tutti i giorni.

Questa iniziativa ha ricevuto il patrocinio delle più autorevoli associazioni di pazienti e di strutture ed organizzazioni specializzate quali: l’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC), l’Istituto Tumori di Milano (INT), la Federazione Italiana delle Associazioni di Laringectomizzati e Pazienti Oncologici (FIALPO), l’Associazione Italiana Laringectomizzati (AILAR) e l’Associazione Oncologica Italiana (AOI Onlus).

La mia voce” è stata lanciata da Merck Serono nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, il Prof. Renzo Corvò, Presidente dell’AIOCC, la Dott.ssa Lisa Licitra, Responsabile Struttura Semplice Dipartimentale Oncologia Medica Tumori Testa & Collo, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e coofondatrice dell’European Head & Neck Society (EHNS) ed  il Dottor Maurizio Magnani, Presidente delle Associazioni di pazienti FIALPO ed AILAR.

 

La mia voce”  – ha spiegato la Dott.ssa Lisa Licitra – è uno strumento efficace per i pazienti con tumori della testa o del collo, in grado di aiutarli in ogni situazione della loro vita: in un momento difficile, in una scelta delicata, quando è forte il bisogno di essere ascoltati o semplicemente per relazionarsi con i propri cari”. “Da oggi – ha aggiunto il Dottor Magnani – la tecnologia è al fianco dei numerosi malati, e alle loro famiglie, per dare loro conforto, speranza, sostegno morale, psicologico e voglia di vivere. Allo stesso tempo è un validissimo strumento per i medici, poiché aiuta a comprendere meglio le esigenze del paziente colpito da questo tipo di tumore”.

L’app è stata resa disponibile in occasione della prima giornata della European Head & Neck Cancer Awareness Week, prima campagna internazionale di sensibilizzazione sui tumori della testa e del collo, promossa a livello Europeo dall’EHNS e sostenuta in Italia dall’AIOCC. “Questa iniziativa si inserisce perfettamente all’interno del progetto di sensibilizzazione che portiamo avanti in questa settimana – ha concluso il Professor Corvò – Riconoscere precocemente i sintomi e offrire la migliore terapia possibile sono i due punti chiave per garantire il massimo beneficio per il paziente affetto da questa patologia. Questa app darà sicuramente un concreto e forte contributo a migliorare la vita dei pazienti ma ci fa riflettere su quanto ancora possiamo fare affinché i pazienti non arrivino ad averne bisogno.”

Informazioni su Merck Serono

 

Merck Serono è la divisione biofarmaceutica di Merck KGaA. Con sede centrale a Darmstadt, Germania, Merck Serono offre, in 150 Paesi, prodotti all’avanguardia in oncologia, sclerosi multipla, infertilità, disfunzioni endocrine e del metabolismo, oltre che in patologie cardiometaboliche. Negli Stati Uniti e in Canada Merck Serono opera con proprie affiliate con la denominazione EMD Serono.

 

Merck Serono ricerca, sviluppa, produce e commercializza farmaci da prescrizione di origine chimica o biotecnologica in indicazioni specialistiche. L’Azienda è fortemente impegnata nello sviluppare nuovi trattamenti nelle proprie aree terapeutiche d’elezione: neurologia, oncologia, immuno-oncologia e immunologia.

 

 

Informazioni su Merck

 

Merck è un gruppo leader nei settori farmaceutico, chimico e delle life sciences, con vendite per 11,2 miliardi di Euro nel 2012, una storia iniziata nel 1668 ed un futuro formato da circa 38.000 dipendenti in 66 Paesi. Il suo successo è caratterizzato dall’innovazione da parte di dipendenti imprenditori. Le attività operative di Merck sono svolte sotto il coordinamento della Merck KgaA, nella quale la famiglia Merck detiene una partecipazione del 70% ed altri azionisti il rimanente 30%. Nel 1917 la succursale negli Stati Uniti Merck & Co è stata espropriata ed è divenuta da allora in poi una società indipendente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: