Tumori: scoperti partner 'moleco…

[caption id="attachment_…

Gli estrogeni sono il segreto de…

L’ormone sessuale femmini…

Fegato in laboratorio: ottimo ri…

Per ora e' un fegato 'bo…

Tumore alla prostata: cani-spia …

L'olfatto dei cani come a…

Progetto europeo EPITHERAPY per …

[caption id="attachment_7…

Pancreatite: vicini ad una nuova…

Un farmaco contro la …

Malaria, TBC e AIDS: sono venti …

Aids, tubercolosi e malar…

Micosi unghie: sette milioni gli…

Sette milioni e mezz…

I farmacisti italiani augurano b…

Roma 29 aprile 2013.  “ A…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

IL 7 GIUGNO RIPARTE LA SFIDA AL DIABETE: RITORNA LA MEDTRONIC DIABETES JUNIOR CUP

 junior_cupMilano, 06 Giugno 2014 – Ritorna anche quest’anno il torneo di calcio dedicato ai ragazzi e ragazze con diabete di tipo 1: dal7 al 9 giugno, a Milano, presso il Centro Sportivo Candido Cannavò dell’Idroscalo, 54 ragazzi provenienti da tutta Italia, si incontreranno nella sesta edizione della  Medtronic Diabetes Junior Cup, il torneo europeo di calcio che vede a Milano la sua tappa nazionale che incoronerà la rappresentanza italiana. La Medtronic Diabetes Junior Cup è destinata ai giovani calciatori da 10 a 14 anni affetti da Diabete di Tipo 1 e vuole comunicare, con “il gioco più bello del mondo”, un messaggio di forza e di rivincita, ovvero che il diabete ben controllato non  è un limite per nessun obiettivo.

A contendersi la partecipazione alle fasi finali della Junior Cup europea, che si giocherà ad Arnhem in Olanda al 22 al 24 agosto, si presenteranno sui campi del Cannavò 6 squadre: Olanda, Spagna, Germania, Brasile, Camerun e Australia, che quest’anno per la prima volta avranno la rappresentanza “rosa” di 5 giocatrici.

 

Tra le tante novità della sesta edizione, la Junior Cup diventa “social“. Per la prima voltasarà possibile, infatti, visualizzare in tempo reale le informazioni, le immagini e i commenti dell‘iniziativa, scaricando gratuitamente la App della Junior Cup e collegandosi alla pagina Facebook “Junior Cup 2014“.

 

L’iniziativa è stata presentata oggi, durante una conferenza stampa, ospitata dal Nobile Bistrò de Milan, nel corso della quale il padrone di casa, lo chef stellato Claudio Sadler ha presentato,con il Leone Lenny, “mascotte” della Diabetes Junior Cup e protagonista di video e libri illustrativi per far conoscere meglio il diabete di tipo 1, una ricetta inedita, il “Mac Sadler”, una variante sana e gustosa, a base di salmone, del tradizionale hamburger.

 

Sono, inoltre, intervenuti  Gian Vincenzo Zuccotti, Direttore della Clinica Pediatrica dell’Ospedale Luigi Sacco di Milano e Presidente della Società Italiana di Pediatria della Regione Lombardia, Andrea Scaramuzza, Responsabile del Servizio di Diabetologia della Clinica Pediatrica dell’OspedaleLuigi Sacco, Francesco Conti, Direttore Relazioni Istituzionali di Medtronic Italia, e Antonio Rossi, Assessore allo Sport e Politiche per i Giovani della Regione Lombardia.

 

In un’estate all’insegna del calcio, come quella che sta per iniziare, mi piace salutare un’iniziativa che coniuga lo sport (il calcio in particolare) con un messaggio importante legato alla salute dei ragazzi. – ha dichiarato l’Assessore Rossi – Per i piccoli affetti da diabete si giocherà un torneo importante, di cui apprezzo due aspetti: il fatto di avere una rappresentanza rosa con 5 calciatrici in campo e la formula che si ispira al Mondiale del Brasile, con le squadre che avranno i nomi delle Nazionali e che si sfideranno per accedere alla finalissima di Arnhem. Inoltre, della Diabetes Junior Cup mi piace la componente che guarda al mondo dell’alimentazione, fondamentale per la vita di ogni sportivo e ancora di più per chi ha problemi di salute, con il coinvolgimento di un importante chef stellato, per creare dei piatti che possano essere sani, indicati a chi soffre di diabete e al tempo stesso gustosi. Un grande in bocca al lupo alle giovani calciatrici e ai calciatori che all’Idroscalo punteranno sulla loro passione e sulla voglia di vincere, in ogni campo“, ha concluso Rossi.

Accanto ai rappresentanti delle istituzioni e del mondo scientifico, la conferenza è stata l’occasione per salutare un grande amico della Medtronic Diabetes Junior Cup, il campione di pallavolo Bas Van de Goor, fondatore della Bas van de Goor Foundation. “La Junior Cup può essere un’esperienza che rimane per tutta la vita. Fai nuovi amici ed impari a vivere con il diabete e con lo sport” ha commentato Bas Van de Goor.

 

Ai ragazzi sono i arrivati anche i saluti da Gennaro Gattuso (ex centrocampista del Milan e della Nazionale) e da altri sportivi ed artisti che non hanno voluto far mancare ai nostri piccoli “Campioni” un augurio ed un grande in bocca al lupo!

“Dal 2007, anno in cui è nata la Medtronic Diabetes Junior Cup, il torneo ha acquisito sempre più la duplice valenza di evento sportivo e di condivisione di esperienze tra giovani provenienti da tutta Italia,  che condividono  una situazione comune. – dichiara il dottor Scaramuzza – A margine delle partite, infatti, i ragazzi continueranno a sfidarsi attraverso giochi di ruolo e momenti educazionali, che permettano loro di riflettere sul diabete e sulle terapie attualmente disponibili, in modo da fare acquisire un approccio maturo e responsabile nei confronti di una condizione cronica.” Il comitato medico –scientifico che seguirà le squadre per tutta la durata del torneo sarà costituito, oltre che dal dottor Scaramuzza, anche dalla dottoressa Ivana Rabbone, pediatra dell’Ospedale Regina Margherita di Torino e coordinatrice del gruppo di studio sul diabete della Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP), e dai dottori Riccardo Schiaffini, diabetologo pediatra dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma e Dario Iafusco, pediatra della Seconda Università di Napoli e vicepresidente SIEDP.

“Quest’anno i momenti educativi della Medtronic Diabetes Junior Cup saranno incentrati proprio sulla prevenzione delle ipoglicemie, la diminuzione del livello di zucchero nel sangue al di sotto dei valori di normalità, i cui sintomi sono sudorazione, palpitazione, tremori, giramenti di testa, fino al ricovero in ospedale, nei casi più gravi.” prosegue Scaramuzza “Partiremo dalle novità che la tecnologia ci mette a disposizione, per simulare un “processo” alla terapia insulinica (con giuria, avvocato difensore e giudice), che verrà confrontata con il sistema integrato” prosegue Scaramuzza.

Inoltre, il dottor Scaramuzza, nel corso della conferenza stampa, ha anticipato la realizzazione di una App per la Conta dei Carboidrati, che sarà disponibile nelle prossime settimane. Si tratta di uno strumento gratuito che l’Ospedale Sacco mette a disposizione degli utenti di tutto il territorio nazionale, con il contributo non condizionante di Medtronic Italia S.p.A..

 

La Medtronic Diabetes Junior Cup è un’iniziativa volta a sottolineare la centralità del ruolo dello sport e della condivisione di esperienze nel diabete in età giovanile allo scopo di poter migliorare l’approccio alla terapia e alla gestione quotidiana della patologia. Obiettivo del torneo è di creare un veicolo in grado di generare un’eco diffusa sul tema del diabete e sulla conoscenza delle diverse terapie, attraverso il coinvolgimento di tutte le figure coinvolte nel percorso di cura della patologia: medico specialista, famiglia, paziente, società scientifica. L’iniziativa vede anche la partecipazione di Bayer HealthCare, con il comune intento di promuovere la conoscenza di una condizione complessa come il diabete giovanile e sostenere una maggiore accessibilità alle più innovative soluzioni terapeutiche.

Si ringraziano per il patrocinio la FIGC (Federazione Italiana Gioco Calcio), la SIEDP (Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica), la Regione Lombardia e la Provincia di Milano e, per la presenza durante tutta la manifestazione Rigoni di Asiago,Cus Milano, Acqua San Benedetto e Giochi Preziosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: