Staminali: ossa ottenute partend…

Cresciute ossa da cellule…

Sinapsi: individuata una protein…

[caption id="attachment_5…

Test universitario USA migliora …

Una ricerca americana ha …

Neurofibromatosi: passi avanti n…

Un team di ricercatori pr…

Alzheimer: farmaco contro iperte…

Un farmaco usato comuneme…

DNA frammentato che ci ha resi u…

La parziale disattivazion…

Quali sono i geni coinvolti nell…

Un team internazionale di…

Cocaina: la dipendenza contrasta…

E’ una droga in grado di …

Come il cervello regola la densi…

[caption id="attachme…

Moduli a DNA per lo storage dei …

Nuovi progressi nello sfr…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il Gruppo Chiesi Farmaceutici S.p.A. conferma un trend di crescita e investimenti per il 2014

chiesi

  • Chiesi Farmaceutici, chiude il 2014 con un fatturato di 1.342 milioni di euro e una crescita dell’8,4% rispetto al 2013
  • Investimenti in Ricerca e Sviluppo per 237 milioni di euro
  • Il Gruppo scala la graduatoria mondiale delle imprese farmaceutiche innovative dalla 50a alla 46a posizione

Parma, 25 Marzo 2015 – Il Gruppo Chiesi Farmaceutici S.p.A., azienda internazionale con sede a Parma, ha chiuso l’esercizio 2014 con un fatturato di 1.342 milioni di euro e una crescita dell’8,4% rispetto al 2013 –  superiore di circa due punti rispetto all’andamento del mercato globale.  L’EBITDA ha raggiunto 363 milioni di euro, pari al 27,1% delle vendite, in aumento rispetto al 2013 nonostante i forti investimenti in Ricerca e Sviluppo che hanno raggiunto la quota record di 237 milioni di euro, pari al 17,6% delle vendite. Questo risultato ha permesso al Gruppo di scalare la graduatoria mondiale delle imprese farmaceutiche innovative dalla 50a alla 46a posizione.

“Il nostro impegno crescente nella ricerca e innovazione rappresenta la necessaria premessa allo sforzo che il Gruppo sta compiendo per sviluppare nuovi prodotti in tutte le aree terapeutiche in cui è impegnato” – ha commentato Alberto Chiesi, Presidente di Chiesi Farmaceutici S.p.A.–  “Allo stesso tempo, getta le basi per consolidare la leadership nelle aree terapeutiche tradizionali, quali malattie respiratorie e neonatologia, e per affermarsi in modo sempre più concreto nel trattamento delle malattie rare e nelle terapie avanzate.”

I prodotti: Foster® (beclometasone dipropionato e formoterolo fumarato), Curosurf® (poractant alfa), Clenil® (beclometasone dipropionato), i tre maggiori prodotti del Gruppo per fatturato, hanno ottenuto risultati molto positivi: in particolare, Foster ha registrato un deciso aumento delle quote di mercato in tutti i 47 mercati in cui è presente in modo diretto o attraverso i brand collegati. Nel complesso Foster®, Nexthaler® e marchi collegati hanno generato vendite complessive per oltre 420 milioni di euro, in crescita del 24% circa rispetto al 2013. Curosurf® ha ulteriormente consolidato la leadership mondiale nel trattamento della sindrome da distress respiratorio nei neonati prematuri, con vendite per 175 milioni di euro, in aumento dell’8,1% rispetto al 2013. Clenil®, grazie all’apprezzamento che riscuote da decenni in numerosi mercati, ha generato vendite per oltre 171 milioni di euro e una crescita del 5,1% rispetto all’anno precedente.

Investimenti: oltre ai già ricordati 237 milioni di euro in Ricerca e Sviluppo, il Gruppo ha investito 87 milioni di Euro in nuovi impianti industriali e 89 milioni di Euro per l’acquisizione del capitale totale di Chiesi USA. In questo modo si sono ottenuti risultati importanti: un impulso straordinario allo sviluppo di nuovi prodotti, l’aumento della capacità produttiva di Foster Nexthaler (impianto di Blois) e di Curosurf (impianti di Modena e di Parma), necessaria a far fronte alla crescente domanda, e la presenza di una consociata pienamente operativa nel maggiore mercato farmaceutico del mondo.

Anche la presenza globale del Gruppo è sempre più pronunciata: ciò risulta con evidenza dallo sviluppo delle vendite, che ormai sono originate per il 77% al di fuori del mercato domestico.

“Il 2014 è stato un anno sicuramente brillante e positivo per i risultati finanziari raggiunti,” – aggiunge Ugo Di Francesco, CEO di Chiesi Farmaceutici S.p.A.,“che sono ancora più apprezzabili se si considera che tutte le aree geografiche hanno contribuito al raggiungimento di questi risultati: il Nord – Centro Europa (+12%), i Paesi Emergenti (+9,2%), il Sud Europa (+4,6) egli USA (+8,4%), un  mercato che abbiamo conquistato completando l’acquisizione dell’americana Cornerstone e che apre a prospettive strategiche molto importanti. La distribuzione della crescita conferma la validità della strategia di internazionalizzazione che il Gruppo ha fatto propria da molto tempo e grazie alla quale i nostri prodotti, sono apprezzati in un numero sempre più ampio di mercati. Inoltre il 2014 è stato l’anno per Chiesi di nuovi prodotti innovativi nella terapia genica (Glybera®, alipogene tiparvovec), nella medicina rigenerativa (Holoclar®, il primo prodotto a base di cellule staminali autologhe approvato nel mondo occidentale) e nella prevenzione del rigetto da trapianto (Envarsus®, tacrolimus monoidrato), che arricchiscono il portfolio del Gruppo e il suo bagaglio culturale. Soprattutto nei casi di Glybera® e di Holoclar® non è fuori luogo parlare di approccio pionieristico a settori totalmente nuovi della medicina che offrono soluzioni terapeutiche a gravi problemi di salute fino a ieri privi di cura.”

 

Chiesi Farmaceutici S.p.A.

Chiesi Farmaceutici è un gruppo internazionale orientato alla ricerca, con 80 anni di esperienza e con sede a Parma. Chiesi ricerca, sviluppa e commercializza farmaci innovativi nelle aree terapeutiche respiratoria e della medicina specialistica.
Il Centro Ricerche di Parma, i laboratori di Parigi (Francia), Rockville (USA), Chippenham (UK) e il team di R&S della società danese Zymenex, appartenente al gruppo, collaborano ai programmi pre-clinici, clinici e registrativi del Gruppo. Chiesi impiega circa 4.100 persone, 515 delle quali dedicate ad attività di ricerca e sviluppo.

Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito www.chiesi.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: