Si arriva al farmaco anti-Alzhei…

Dalla scoperta della Mont…

TachoSil®, eccellenza dei farmac…

Numerosi studi clinici e …

Botox: un pò veleno, un pò medic…

La neurotossina nota per …

Resveratrolo contro diabete e di…

Il resveratrolo, una dell…

Autismo: metà cause genetiche, m…

La ricerca del Karolinska…

Scoperta molecola che provoca us…

I suoi inibitori potr…

Vaginosi batterica: efficaci i p…

[caption id="attachment_8…

SIN per la Sclerosi multipla: gr…

SM e gravidanza: da una r…

FASCHIM, un Fondo giovane e mode…

Milano, 07 luglio 2014 - …

Antibiotico di uso comune legato…

Un largo studio ha indaga…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

ASMA INFANTILE GRAVE: LA CURA È IN “ALTA QUOTA”, SULLE DOLOMITI. DAL 5 MAGGIO FILO DIRETTO CON GLI ESPERTI – Comunicato Stampa

logoASMA INFANTILE GRAVE: LA CURA È IN ALTA QUOTA, ALL’ISTITUTO
PIO XII, SUL LAGO DI MISURINA.
DAL 5 MAGGIO, PER UN MESE, AL VIA UNA LINEA TELEFONICA DIRETTA
CON GLI SPECIALISTI DELL’ISTITUTO PER CONSIGLI E INFORMAZIONI
SULL’ASMA E SULLE CURE IN ALTA QUOTA.
L’ISTITUTO “PIO XII” DI MISURINA È IL SOLO CENTRO IN EUROPA PER LA TERAPIA DELL’ASMA IN ALTA QUOTA
ESCLUSIVAMENTE DEDICATO AI BAMBINI. CONDIZIONI CLIMATICHE FAVOREVOLI, UN’EQUIPE ALTAMENTE
SPECIALIZZATA E STRUMENTI DIAGNOSTICI DI AVANGUARDIA FANNO DEL “PIO XII” UN LUOGO TERAPEUTICO
UNICO, DOVE È POSSIBILE MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI SALUTE RIDUCENDO L’UTILIZZO DEI FARMACI.1
DAL 5 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE DELL’ASMA, AL 7 GIUGNO, APRE IL “MESE DELL’ASMA A MISURINA”: GLI
SPECIALISTI DEL CENTRO SARANNO A DISPOSIZIONE VIA TELEFONO PER DARE CONSIGLI E INFORMAZIONI AI
GENITORI ITALIANI CHE HANNO FIGLI CON ASMA. TRA LE ALTRE INIZIATIVE, DUE EVENTI ECM PER
L’AGGIORNAMENTO DEI PEDIATRI E UN OPEN DAY, IL 7 GIUGNO, CHE CONCLUDERÀ IL “MESE”.
Misurina, 29 aprile 2015. Forse non tutti sanno che l’asma e i disturbi del respiro del bambino, e in particolare l’asma di
difficile trattamento, si curano sulle rive del lago di Misurina, a 1.700 mt di altitudine, a mezz’ora da Cortina d’Ampezzo,
dove opera l’Istituto “Pio XII”, uno dei tre Centri specialistici in tutta Europa per la terapia dell’asma in alta quota, l’unico in
Italia e, soprattutto, il solo Centro di questo tipo esclusivamente dedicato alla cura dei bambini.1 Perché a Misurina le
condizioni climatiche peculiari – alta quota, ricchezza di radiazioni UVA e vegetazione caratteristica – garantiscono una ridotta
esposizione ad allergeni (acari e pollini) e inquinanti ambientali, cioè due tra le condizioni più importanti per il successo della
terapia del bambino con asma.

Per far conoscere a tutti i genitori italiani le possibilità terapeutiche offerte dal Centro d’eccellenza in alta quota “Pio XII” di
Misurina, dal 5 maggio, Giornata Mondiale dell’Asma, e fino al 7 giugno, gli specialisti del Centro risponderanno a tutti coloro
che vorranno richiedere consigli e informazioni sull’asma bronchiale, la più diffusa malattia respiratoria del bambino, e
saperne di più sulle cure in alta quota per respirare secondo natura. Gli specialisti potranno essere contattati (tutti i mercoledì,
dalle 9 alle 10 e dalle 17 alle 19) al numero Tel. 0435.39008.
Il filo diretto con i genitori italiani rientra nel “Mese dell’asma a Misurina” che si concluderà il 7 giugno con l’Open Day
“Misuriniamoci”, giunto alla sua seconda edizione, durante il quale gli specialisti del Centro saranno a disposizione dei ragazzi
maggiorenni che sono stati in passato ospiti di Misurina, per visita e spirometria di controllo. Durante il mese inoltre, l’Istituto
sarà sede di una serie di eventi per l’aggiornamento dei pediatri italiani.
INQUINAMENTO ATMOSFERICO E ASMA.


I BAMBINI SONO PIÙ VULNERABILI
In tutta Europa, l’asma è in aumento, specie tra i bambini. È la principale causa di ricovero in pronto soccorso e la prima
condizione cronica tra le cause di assenze scolastiche. In Italia, ne soffre un bambino su dieci. E circa il 5% soffre di asma grave
persistente.2
Roma, Milano, Bologna, Firenze e Torino sono tra le città italiane in cui l’asma e i disturbi del respiro sono aumentati
maggiormente negli ultimi anni. Fra le cause del boom c’è senz’altro l’inquinamento dell’aria. Un recente studio scientifico tutto
italiano ha dimostrato che l’inquinamento legato al traffico nelle grandi città va di pari passo con lo sviluppo di riacutizzazioni
d’asma e di infezioni respiratorie nei bambini con respiro sibilante ricorrente o asma.3
In alcuni piccoli pazienti, l’impossibilità di allontanarsi da allergeni e inquinanti riduce l’efficacia dei farmaci, innescando un
vero e proprio circolo vizioso: i sintomi persistono e il medico deve aumentare il dosaggio della “terapia di fondo”.

Così, in
alcuni bambini e adolescenti asmatici, i sintomi non sono controllati nemmeno con numerosi farmaci a dosi elevate. Si raggiunge
la condizione di “asma di difficile trattamento” detta anche “asma grave persistente”. In pratica, nonostante la prescrizione
di una terapia di fondo con dosi elevate di farmaci, non si riesce a ottenere un buon controllo della malattia.3 In questi bambini,
frequenti ricoveri in pronto soccorso e pesanti effetti collaterali dei farmaci utilizzati causano gravi ripercussioni sulla qualità
della loro vita e di quella delle loro famiglie.4
QUANDO L’ASMA È PROBLEMATICA, ALLONTANARSI DA ALLERGENI E INQUINAMENTO
Un soggiorno a Misurina, presso il “Pio XII”, per un periodo minimo di un mese, eventualmente prolungabile secondo i casi,
aiuta a respirare secondo natura. Le condizioni climatiche favorevoli, unite all’attività specialistica dell’équipe dell’Istituto,
finalizzata alla cura attenta e globale della salute del bambino affetto da asma e disturbi del respiro, fanno del “Pio XII” – che
dal 1996 è Centro di diagnosi, cura e riabilitazione dell’asma infantile – un luogo terapeutico, dove è possibile migliorare le
condizioni di salute riducendo l’utilizzo dei farmaci.1
“Ma anche brevi soggiorni, di 10-15 giorni, ripetuti nel corso dell’anno, un po’ come si faceva una volta, possono portare
giovamento, – spiega il Dr. Alfredo Boccaccino, Direttore sanitario dell’Istituto “Pio XII” a Misurina. – L’assenza di inquinanti
e allergeni nell’aria respirata determina una riduzione dell’infiammazione polmonare, e consente quindi un migliore controllo
e una più sicura sospensione della terapia di fondo nel bambino asmatico o con respiro sibilante. Inoltre, l’alta quota favorisce
una riduzione dell’iperreattività bronchiale, grazie a una migliore espansione del polmone favorita dalla minore densità di
ossigeno dell’aria di montagna”.
L’UNICITÀ DI MISURINA. ALTA QUOTA E UN MODELLO TERAPEUTICO ESCLUSIVO
In questo contesto ideale, il “Pio XII” offre:
 l’esperienza di un’équipe altamente specializzata di medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi, educatori;
 l’impiego di strumenti diagnostici d’avanguardia;
 un modello di cura unico nel suo genere, che garantisce un percorso personalizzato per le esigenze di ciascun piccolo
paziente e un programma educativo per aiutare i genitori a proseguire la terapia una volta a casa, essendo l’errata
somministrazione dei farmaci la causa più frequente del mancato controllo dell’asma.
L’intero processo di presa in carico è certificato dal Sistema Qualità UNI EN ISO 9001-Bureau Veritas.
Dotato di servizi ambulatoriali specialistici 365 giorni l’anno e di uno staff medico presente 24 ore su 24, l’Istituto “Pio XII”
offre anche un percorso educativo per i piccoli pazienti ricoverati e per aiutare i genitori a proseguire la terapia una volta a casa,
essendo l’errata somministrazione dei farmaci la causa più frequente del mancato controllo dell’asma.
“Una volta rientrato a casa, il bambino e la sua famiglia non sono però lasciati a loro stessi, – precisa Alfredo Boccaccino. –
Oltre a ‘riconsegnare’ idealmente il piccolo paziente al suo medico curante, l’équipe di Misurina, grazie a una disponibilità
telefonica 24 ore su 24 dello staff medico, ha infatti creato un monitoraggio domiciliare, una sorta di ‘cordone ombelicale’ al
servizio della famiglia, che permette alle mamme di poter restare in contatto con il “Pio XII” per ogni dubbio, incertezza e
consiglio in caso di bisogno. È anche grazie a questo, che in molti bambini si riesce a ridurre la terapia, e in tutti si ottiene
comunque di ridurre gli accessi al pronto soccorso per crisi d’asma”.
“MISURINIAMOCI”, IL 7 GIUGNO, PER SCOPRIRE L’ATMOSFERA “MAGICA” DI MISURINA
“A Misurina si respira un’atmosfera particolare, e non soltanto dal punto di vista climatico, – conclude Alfredo Boccaccino, –
una specie di magia, che accende la dedizione degli operatori e contribuisce al benessere dei piccoli ospiti e delle loro famiglie”.
Per scoprire quest’atmosfera, il 7 giugno, il “Mese dell’Asma a Misurina” si concluderà con l’Open Day “Misuriniamoci”,
giunto alla sua seconda edizione. Per tutta la giornata, il Dott. Alfredo Boccaccino, Direttore Scientifico del “Pio XII” e la D.ssa
Silvia Costella, biologa presso l’Istituto, saranno a disposizione dei ragazzi maggiorenni che sono stati in passato ospiti di
Misurina, per visita e spirometria di controllo. Lo scopo dell’iniziativa, a parte il puro piacere di ritrovarsi, è di monitorare lo
stato di salute e l’effettiva gestione della malattia in un’età che, purtroppo, porta spesso a “sorvolare” sul problema e a non
effettuare i dovuti controlli.
Infine, per tutto il mese di maggio, il “Pio XII” sarà sede di una serie di eventi per l’aggiornamento specifico dei Pediatri:
“Corso di aggiornamento sulle vie aeree: dalle narici agli alveoli” (8-9 maggio) e “Misurina Pediatrician Asthma Care Training
2015” (14-16 maggio e 28-30 maggio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: