Le mandorle e il loro benefico r…

[caption id="attachment_8…

Ricercatori sviluppano modello d…

Il processo di divisione …

Colla a base di fibrina per chiu…

[caption id="attachment_7…

L'ipertensione coinvolge 15 mili…

''Vita sana, pressione s…

Digossina e decessi: uno strano …

La digossina, farmaco com…

Aritmie pediatriche: sperimentat…

Sperimentata con successo…

Diabete: scoperte altre sette re…

Identificate 7 nuove regi…

la prima colazione che combatte …

La prima colazione è stra…

Glioblastoma: nuove speranze arr…

Nuove speranze arrivano d…

Cancro all'utero individuato da …

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Merck Serono S.p.A. destina 1,2 milioni di Euro al Grant for Fertility Innovation (GFI) per il periodo 2015/16.

merck_serono_logo2·       L’investimento testimonia il costante impegno dell’azienda nel sostenere l’innovazione nel campo della ricerca sulla fertilità

·       L’edizione di quest’anno finanzia 6 progetti provenienti da tutto il mondo

 

Darmstadt, Germania, 25 giugno 2015 – Merck Serono, business biofarmaceutico di Merck, (Germania), ha annunciato oggi che, per il periodo 2015/2016, finanzierà il Grant for Fertility Innovation (GFI) con un contributo complessivo di 1,2 milioni di Euro. L’annuncio è stato dato nel corso del 31° congresso annuale della European Society of Human Reproduction and Embryology (ESHRE) che si è appena concluso a Lisbona.

Il GFI, lanciato nel 2009, è dedicato a trasformare i più innovativi progetti di ricerca traslazionale nel campo della fertilità in soluzioni concrete che migliorino i risultati delle tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA). Nel corso degli ultimi sei anni, sono pervenute al GFI circa 750 candidature provenienti da oltre 50 Paesi di tutto il mondo; tra le candidature di quest’anno sono stati selezionati sei progetti, provenienti da cinque Paesi, che hanno ottenuto finanziamenti per un totale di € 1,2 milioni.

Il Grant for Fertility Innovation promuove il progresso e la ricerca innovativa che ha il potenziale di incidere positivamente sui risultati clinici per le coppie, migliorando ulteriormente il tasso di successo delle tecniche adottate” ha affermato il Dottor Steven Hildemann, Global Chief Medical Officer and Head of Global Medical and Drug Safety di Merck Serono. “Siamo entusiasti per il numero crescente di progetti di ottima qualità che riceviamo ogni anno; ciò testimonia il valore di tale opportunità per la ricerca costante e il progresso scientifico in un campo, come quello della fertilità, in cui ancora esistono bisogni insoddisfatti”.

Ogni anno, i vincitori del GFI vengono proclamati durante una cerimonia che si tiene in occasione del congresso annuale ESHRE. Quest’anno, i progetti premiati nel corso della cerimonia sono stati sei:

  • Antonio Capalbo – Centro di Medicina della Riproduzione Genera Roma: Clinical translation of a new procedure for embryo evaluation based on miRNAs profiling from spent blastocyst culture media: prospective multicenter study
  • Tracey Edgell – Hudson Institute of Medical Research, Clayton (Australia): Glycomarker Panel for Prediction of IVF Outcome:
  • Andreas Keller – Clinical Bioinformatics Center Saarland University, Saarbrücken (Germany): Improved diagnostic of in-vitro-fertilization using miRNome and microvesicles from early stage embryos
  • Nick Macklon – University of Southampton(UK): Embryo derived trypsin: A novel and simple marker of embryo viability
  • Pasquale Patrizio – Yale Fertility Center, New Haven (USA): Identification of novel markers of human oocyte aging via non-invasive RNA sequencing analysis of cumulus cells
  • Paola Viganò – Ospedale San Raffaele di Milano: Exoxomes/microvesicles release as a non-invasive method to assess embryo activity

 

Per maggiori informazioni, visitare il sito www.grantforfertilityinnovation.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: