Ipertermia per la cura dei tumor…

[caption id="attachment_6…

Passi in avanti nell’identifica…

[caption id="attachment_1…

Clonazione "naturale": i coralli…

La clonazione esiste in n…

Tac spirale: dimezza mortalita' …

[caption id="attachment_1…

Merck Serono presenta nuovi dati…

Ginevra, Svizzera, 2 magg…

Asma: la nuova indicazione per t…

I dati dimostrano ch…

Dal 19 luglio inizia sulla RAI c…

Il prossimo martedi' 19 l…

Mangiare informati è meglio

Una corretta informazione…

Ictus: anche quelli di lieve ent…

Anche se apparentemente p…

Papillomavirus: in arrivo nuovo…

Sono almeno nove i sottot…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

LILT: la solidarietà si veste di rosa

Giorgia Surina madrina dell’evento di shopping solidale. Domani, sabato 1 ottobre, le boutique di via Montenapoleone, Verri, Sant’Andrea, Santo Spirito, Borgospesso e Bagutta devolveranno il 10% degli incassi dell’intera giornata a sostegno di Lilt Milano.

Milano, 30 settembre 2016 – Sabato 1 ottobre, alle ore 11.00, sarà Giorgia Surina, attrice e conduttrice televisiva e radiofonica, la madrina che inaugurerà la tradizionale giornata di shopping solidale. Per il sesto anno consecutivo si rinnova un importante connubio che vede solidarietà e moda schierarsi dalla stessa parte in nome della prevenzione. Un legame molto forte che si rinnova anno dopo anno quello del mondo della moda con la Campagna Nastro Rosa per la prevenzione del tumore al seno, promossa da LILT Milano.

logoliltmilanoDomani 1 ottobre, sarà, quindi, possibile fare acquisti e insieme contribuire al sostegno delle attività di diagnosi precoce del tumore al seno promosse dalla Lilt in favore di tutte le donne. Le boutique che aderiscono al progetto devolveranno il 10% dell’incasso dell’intera giornata a Lilt Milano, contribuendo così in maniera significativa a sostenere le attività di prevenzione e diagnosi precoce del tumore al seno.


Con i fondi raccolti lo scorso anno sono state effettuate più di 31 mila visite al seno, 15 mila mammografie, oltre 9 mila ecografie mammarie e 1600 visite gratuite. Come da tradizione, le vie Montenapoleone, Verri, Sant’Andrea, Santo Spirito, Borgospesso e Bagutta si tingeranno di rosa con oltre duemila metri di moquette, grandi fiocchi e shopper in occasione della giornata dello shopping salutare.

L’iniziativa, giunta alla sua sesta edizione, vede l’Associazione MonteNapoleone, presieduta da Guglielmo Miani, al fianco di LILT Milano in favore della salute femminile. Un evento che in soli cinque anni ha permesso di superare un milione di euro e che permetterà di poter continuare a diffondere sul territorio la cultura della prevenzione, migliorando i servizi offerti ai cittadini.

“Siamo grati all’Associazione MonteNapoleone per il suo sostegno – dichiara il professor Marco Alloisio, presidente della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Milano -. Il tumore al seno resta il big killer numero uno delle donne, colpendo ancora circa 50.000 italiane ogni anno. Negli anni sono state messe in atto tutta una serie di strategie per contrastare la malattia che hanno determinato un aumento della percentuale di sopravvivenza, giungendo al 90%. Una donna su cinque sembra non aver ancora compreso i rischi legati a questa patologia oncologica, continuando a non sottoporsi ad esami di diagnosi precoce. Milano è la città con il maggior numero di nuovi casi/anno di tumore alla mammella, circa 2.700. Facciamo, quindi, appello alla generosità dei milanesi per poter continuare a lottare contro il cancro al seno. L’invito è per domani, sabato 1 ottobre”.

Il Presidente dell’Associazione MonteNapoleone, Guglielmo Miani, sottolinea “Questa giornata è resa possibile grazie alla partecipazione delle boutique che aderiscono all’iniziativa e che nel corso di questi anni sono quasi raddoppiate, abbiamo iniziato con 35 Brand per arrivare, ad oggi, a 65. Nel corso degli anni abbiamo visto aumentare anche il numero delle vie coinvolte; nel 2011 la giornata di shopping solidale è iniziata con i Brand della sola via Monte Napoleone alla quale in questi anni si sono man mano aggiunte le successive 5 vie, l’ultima, via Bagutta, proprio questo anno.


Credo che questa grande partecipazione, da parte di sempre più aziende del mondo della moda, sia dovuta alla loro sempre maggiore sensibilità nei confronti di una patologia che al giorno d’oggi è sempre più diffusa e che solo grazie al contributo di tutti è possibile combattere. Un ringraziamento particolare va a tutti i marchi che scelgono di aderire e sostenere la prevenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: