I risultati di un’analisi combin…

Presentati al 49° Congres…

Sindrome da fatica cronica: non …

Prendere la vita con più …

Studi sul gene del linguaggio sv…

Una nuova ricerca mostra …

Sclerosi Laterale Amiotrofica: s…

La capacita' di una prote…

Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

MEDICINE TRADIZIONALI, COMPLEMEN…

Sen. Romani, VicePresiden…

Tumore alla prostata: a Saviglia…

[caption id="attachment_6…

Integratori di Selenio: non abus…

Anche se l'aggiunta di se…

LA COMMISSIONE EUROPEA CONCEDE L…

– Vemlidy® è il primo nuo…

Tumore al seno: un test genomico…

La diagnosi, già in uso i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

#Sclerosi multipla: Merck presenta dati su efficacia di #Cladribina compresse al 47° Congresso SIN#

Cladribina compresse per la sclerosi multipla: presentati i dati su sicurezza ed efficacia al 47° Congresso della Società Italiana di Neurologiamerck

  • Al centro del Simposio satellite sponsorizzato da Merck, il futuro scenario del trattamento della sclerosi multipla
  • Focus sui nuovi target terapeutici per la Sclerosi Multipla e sulle evidenze emerse dagli studi clinici sull’efficacia e la sicurezza dei farmaci in attesa di approvazione da parte di EMA, inclusa Cladribina Compresse

Venezia, 24 ottobre 2016 – Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, dopo l’accettazione della domanda di autorizzazione all’immissione in commercio lo scorso luglio da parte di EMA (European Medicines Agency) per Cladribina compresse, conferma il proprio impegno nel combattere una patologia invalidante come la Sclerosi Multipla (SM) al 47° Congresso della Società Italiana di Neurologia in corso a Venezia.

I dati su sicurezza ed efficacia di Cladribina

Nel Simposio satellite “Il futuro della sclerosi multipla: evidenze e prospettive”, moderato dal Professor Giancarlo Comi (Direttore del Dipartimento di Neurologia Sperimentale IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano e principale ricercatore degli studi di fase III CLARITY, estensione dello studio CLARITY e studio ORACLE-MS) e dalla Professoressa Maria Trojano (Direttore del Dipartimento di Neurologia, Università degli Studi di Bari), sono stati presentati i dati su sicurezza ed efficacia di Cladribinacompresse, molecola in fase di registrazione per il trattamento della SM recidivante-remittente.

I risultati emersi dagli studi

Qualora approvata, Cladribina compresse avrà uno schema posologicounico, che prevede solamente due brevi cicli di trattamento in due anni, con un’efficacia clinica mantenuta fino a 4 anni. I risultati, ottenuti dallo studio di fase III CLARITY, dall’estensione dello studio CLARITY e dallo studio open-label di mantenimento della fase III dell’ORACLE-MS, hanno dimostrato una efficacia a lungo termine di Cladribina compresse nei pazienti con Sclerosi Multipla (SM), associata ad un profilo di sicurezza ben caratterizzato. Lo studio CLARITY e l’estensione dello studio CLARITY hanno confermato che 20 giorni di dosaggio orale nel corso di due anni sono stati efficaci nella riduzione della frequenza delle ricadute e nel rallentare la progressione della disabilità fino a quattro anni.

Cladribina compresse, presenta un profilo di sicurezza caratterizzato su più di 10.000 pazienti-anno.

“I risultati che abbiamo illustrato ieri evidenziano come i benefici clinici di Cladribina compresse possano essere mantenuti nella maggior parte dei pazienti per altri due anni senza la necessità di ulteriori somministrazioni” – ha dichiarato il Professor Comi.

Nel corso del 2017 l’EMA si pronuncerà in merito alla domanda di Merck per l’autorizzazione all’immissione in commercio di Cladribina compresse.

Merck al Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia

“Siamo particolarmente lieti – ha dichiarato il Dottor Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia – di essere qui al Congresso SIN, per ribadire il nostro impegno nel fare una concreta differenza nella vita dei pazienti con SM e condividere i dati relativi a Cladribina compresse. Cladribina compresse – ha concluso Messina – alla luce dei risultati di efficacia e sicurezza emersi dagli studi clinici, ora all’attenzione di EMA, può rappresentare un’importante opportunità terapeutica per i pazienti con SM recidivante-remittente”.

Informazioni su Cladribrina compresse

La Cladribina compresse è un pro-farmaco costituito da una piccola molecola di sintesi che agisce in modo selettivo sui linfociti, ritenuti parte integrante del processo patologico della sclerosi multipla. Cladribina compresse è attualmente in fase di sperimentazione clinica e non è approvata in alcuna condizione negli Stati Uniti, in Canada ed in Europa. 

Informazioni sulla sclerosi multipla

La sclerosi multipla (SM) è una malattia infiammatoria del sistema nervoso centrale a decorso cronico; essa costituisce il più comune disturbo neurologico disabilitante d’origine non traumatica in giovani adulti. Si stima che, nel mondo, le persone affette da sclerosi multipla siano circa 2,3 milioni. Nonostante la sclerosi multipla sia caratterizzata da un’ampia varietà di sintomi, quelli osservati con maggiore frequenza includono disturbi focali, intorpidimento e formicolii agli arti, diminuzione della forza muscolare e disturbi della coordinazione. Le forme recidivanti di SM sono le più comuni. 

Informazioni su Merck

Merck è un’azienda scientifica e tecnologica leader nei settori Healthcare, Life Science e Performance Materials. Circa 50.000 dipendenti operano per sviluppare tecnologie in grado di migliorare la vita – dalle terapie biofarmaceutiche per il trattamento del cancro e della sclerosi multipla a sistemi all’avanguardia per la ricerca scientifica e la produzione, ai cristalli liquidi per gli smartphone e i televisori LCD. Nel 2015 Merck ha generato vendite per 12,85 miliardi di Euro in 66 Paesi.

Fondata nel 1668, Merck è la società farmaceutica e chimica più antica al mondo. Ancora oggi, la famiglia fondatrice detiene la quota di maggioranza della Società. Merck (Darmstadt, Germania), detiene i diritti globali sul nome e marchio Merck. Le sole eccezioni sono costituite da Stati Uniti e Canada, dove la Società opera con le denominazioni EMD Serono, EMD Millipore e EMD Performance Materials.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: