TEVA annuncia sentenza favorevol…

GERUSALEMME(BUSINESS WIRE…

Il segreto della resistenza dell…

Secondo lo studio, sarebb…

Dal 9 all'11 giugno tutti in cam…

Sport, corretto approccio…

Sclerodermia e granulomatosi di …

MILANO - Continua in reum…

Bloccare la motilita' dei batter…

[caption id="attachment_5…

Tumore al polmone: terapie molec…

Fino a qualche anno fa un…

Semplificata la produzione dei c…

[caption id="attachment_1…

Lieviti e infezioni: nuove cure …

Alcuni ricercatori coordi…

Celiachia: lo sviluppo di nuovi …

[caption id="attachment_8…

Fumo in gravidanza: aumenta le p…

Una situazione di stress …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Le funzioni antinfiammatorie dell’antenata ‘PTX3’

La Ptx3, una proteina ‘antenata’ di quelle del sistema immunitario, funziona da ‘regolatore del traffico’ nelle infiammazioni. La scoperta, dovuta a un gruppo italiano, apre la strada ad applicazioni di questa molecola come antimicrobico, ed e’ descritta da un articolo pubblicato su Nature Immunology.
Secondo lo studio la Ptx3 rallenta e limita l’infiltrazione dei globuli bianchi nel sito infiammato interagendo con un’altra proteina, la P-selettina, riducendo il loro reclutamento e regolando la risposta infiammatoria: ”Questo lavoro segna una tappa fondamentale nel percorso che dall’identificazione della molecola porta alla sua applicazione al letto del paziente come nuovo diagnostico e potenziale agente terapeutico – spiega Alberto Mantovani, che ha coordinato lo studio – Ptx3 e’ infatti attiva contro alcuni microbi patogeni, come il fungo Aspergillus fumigatus, che e’ un flagello nei pazienti affetti da tumore.

Abbiamo fatto un passo avanti che ci consentira’ di ottimizzare l’attivita’ antimicrobica di Ptx3”.

Questa proteina fa parte della famiglia delle pentrassine, che riveste un ruolo fondamentale nella risposta infiammatoria e nel sistema immunitario innato, cioe’ quello piu’ antico dal punto di vista evolutivo. Un’altra scoperta dello studio e’ che la Ptx3 agisce secondo uno schema molto simile a quello degli anticorpi, una prova che si tratta di un ‘antenato’ di questi che pero’ ha ancora un ruolo fondamentale nelle risposte infiammatorie. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: