L'effetto non conosciuto dei dol…

[caption id="attachment_4…

Muscoli paralizzati durante il s…

Scoperto un nuovo meccani…

Prostata: per prevenzione e inut…

[caption id="attachment_9…

Rimodellare seno, senza ricorrer…

Rimodellare il seno senza…

[Societa’ Italiana di Neurologia…

Rimini, 8 ottobre 2012 – …

Tumori: dall'Iran un tipo di che…

Un nuovo farmaco chemiote…

"Scaccomatto al Dolore", Formaz…

Parte da Bologna il tour …

Rachitismo: nella forma comune m…

Un nuovo studio della …

Cancro ai polmoni: da oggi l'AIF…

''Grazie all'impegno…

Epatociti ottenuti da cellule st…

Un nuovo metodo per crear…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Merck Serono sostiene la ricerca di giovani neurologi nella Sclerosi Multipla, annunciando il vincitore Award 2012 per migliore pubblicazione scientifica

Rimini, 8 ottobre 2012 – Nel corso del XLIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia (SIN) che si conclude a Rimini il 9 ottobre, Merck Serono S.p.A. ha annunciato il vincitore dell’Award 2012 per la migliore pubblicazione scientifica effettuata sulla Ricerca Clinica in Sclerosi Multipla (SM).
Ad aggiudicarsi il riconoscimento, rivolto a ricercatori under 40 di nazionalità italiana che abbiano condotto in Italia la loro ricerca, recensita nel corso del 2011 a loro primo nome, è stato il Dr. Emilio Portaccio, con la pubblicazione dal titolo ”Breastfeeding is not related to postpartum relapses in multiple sclerosis”, pubblicata su Neurology 2011;77:145-150.

L’Award, del valore di 10.000  euro, è un’iniziativa realizzata in collaborazione con la Società Italiana di Neurologia (SIN) per sottolineare l’impegno di Merck Serono nella ricerca scientifica e nell’intento di aiutare i pazienti affetti da questa seria patologia neurodegenerativa.

 

L’idea del Premio è nata per riconoscere il grande contributo che la neurologia italiana sta dando alla ricerca scientifica sulla Sclerosi Multipla. Le numerose richieste pervenute sono state valutate in base alla qualità e alla rilevanza che la pubblicazione ha avuto sull’evoluzione delle conoscenze della malattia. In particolar modo sono stati considerati gli aspetti traslazionali della ricerca ovvero la possibilità concreta di ricadute dirette o indirette sull’attività clinica nella Sclerosi Multipla.

 

Le ricerche pervenute sono state visionate da una apposita giuria composta dal Prof. Giancarlo Comi, Presidente SIN, dal Dr. Angelo Ghezzi, Coordinatore del Gruppo di Studio SIN Sclerosi Multipla, dalla Prof.ssa Maria Trojano, nuovo Presidente ECTRIMS – European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis, dal Prof. Xavier Montalban, Direttore del Multiple Sclerosis Center of Catalonia, dalla Prof.ssa Maria Rosaria Tola, cultrice della materia per il XLIII Congresso SIN,e dal Dr. Andrea Paolillo, rappresentante Merck Serono.

 

“Merck Serono è fortemente impegnata nello sviluppo di nuove opzioni di trattamento per la Sclerosi Multipla – ha dichiarato il Dr. Antonio Messina, Presidente ed Amministratore Delegato di Merck Serono S.p.A. – ed ha sempre creduto nel valore delle partnership con il mondo accademico. Questo Award, che intendiamo ripetere anche nei prossimi due anni, è l’ennesima testimonianza dell’impegno della nostra Azienda a supporto dell’attività dei giovani ricercatori”.

 

E proprio quattro giovani ricercatori italiani di fama internazionale saranno i relatori del Simposio dal titolo “Nuovi target per la valutazione del meccanismo d’azione e dell’efficacia dell’interferone beta 1a” durante il quale saranno presentati i dati più recenti della ricerca finanziata da Merck Serono. Da tali dati emerge come l’evoluzione della tecnologia contribuisca a migliorare le conoscenze sia della patologia sia del meccanismo d’azione della terapia con interferone. Grazie a strumenti sempre più sofisticati, infatti, è oggi possibile comprendere meglio il funzionamento del farmaco ed i suoi effetti meno visibili, definendo così, il più precocemente possibile, le probabilità di risposta al trattamento di quel determinato paziente e riducendo i rischi legati ad una terapia non appropriata.

 

 

Informazioni sulla sclerosi multipla

 

La sclerosi multipla (SM) è una malattia infiammatoria del sistema nervoso centrale a decorso cronico; essa costituisce il più comune disturbo neurologico disabilitante d’origine non traumatica in giovani adulti. Si stima che, nel mondo, le persone affette da sclerosi multipla siano circa due milioni. Nonostante la sclerosi multipla sia caratterizzata da un’ampia varietà di sintomi, quelli osservati con maggiore frequenza includono disturbi focali, intorpidimento e formicolii agli arti, diminuzione della forza muscolare e disturbi della coordinazione. Le forme recidivanti di SM sono le più comuni.

 

 

Informazioni su Merck Serono

 

Merck Serono è la divisione biofarmaceutica di Merck KGaA. Con sede centrale a Darmstadt, Germania, Merck Serono offre, in 150 Paesi, prodotti all’avanguardia in oncologia, sclerosi multipla, infertilità, disfunzioni endocrine e del metabolismo, oltre che in patologie cardiometaboliche. Negli Stati Uniti e in Canada Merck Serono opera con proprie affiliate con la denominazione EMD Serono.

 

Merck Serono ricerca, sviluppa, produce e commercializza farmaci da prescrizione di origine chimica o biotecnologica in indicazioni specialistiche. L’Azienda è fortemente impegnata nello sviluppare nuovi trattamenti nelle proprie aree terapeutiche d’elezione: neurologia, oncologia e reumatologia.

 

 

Informazioni su Merck

Merck è un gruppo globale farmaceutico e chimico con vendite per 10,3 miliardi di Euro nel 2011, una storia iniziata nel 1668 ed un futuro formato da circa 40.000 dipendenti in 67 Paesi. Il suo successo è caratterizzato dall’innovazione da parte di dipendenti imprenditori. Le attività operative di Merck sono svolte sotto il coordinamento della Merck KgaA, nella quale la famiglia Merck detiene una partecipazione del 70% ed altri azionisti il rimanente 30%. Nel 1917 la prima succursale Merck & Co negli Stati Uniti è divenuta una società totalmente indipendente e da allora non ha alcun collegamento con Merck Group.

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.merckserono.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: