Identificato un nuovo meccanismo…

[caption id="attachment_1…

Tecnoassistenza: Italia Longeva …

Roma, 03 Luglio 2014 –Se …

La città che fa impazzire: occhi…

Uno studio, condotto util…

Nei prossimi cinque anni più del…

Secondo gli esperti, nei …

Fibrillazione atriale e ictus: i…

In un Convegno tenutosi o…

Procreazione assistita: in Itali…

In Italia c'e' una tenden…

Come funziona l'orientamento: ap…

Grazie a nuove informazio…

Gli integratori e il benessere d…

Germano Scarpa, Preside…

Da scarti di pomodori e spremitu…

Nei rifiuti non sono cont…

Lupus eritematoso sistemico: don…

Presentata a Roma la prim…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Virus di Marburg: scoperto il segreto dell’immunità

Un gruppo di ricercatori della University of Texas Medical Branch di Galveston, della Vanderbilt University e dello Scripps Research Institute ha scoperto come gli esseri umani possono sviluppare l’immunita’ contro il mortale virus di Marburg, uno stretto parente dell’Ebola.


In particolare, gli studiosi hanno identificato i meccanismi coinvolti nella risposta anticorpale al virus di Marburg studiando il sangue di un sopravvissuto.   I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell. Per raggiungere lo scopo i ricercatori hanno isolato le cellule del sangue di un americano infettato dal virus diversi anni fa, in occasione di un viaggio in Uganda, la patria dei pipistrelli della frutta egiziani, alcuni dei quali sono noti portatori di Marburg. Dopo il rientro negli Stati Uniti, questa persona ha sviluppato una gravissima, ma non mortale, infezione di Marburg. I ricercatori hanno quindi isolato un gran numero di cellule B del paziente, quelle che producono gli anticorpi, che sono piccole molecole proteiche in grado di inattivare il virus. Utilizzando una combinazione di metodi, i ricercatori hanno localizzato il sito sul virus dove sono stati trovati gli anticorpi in questione.

Si tratta dello stesso sito che si pensa interagisca con le cellule umane prese di mira dal virus durante la fase iniziale dell’infezione. Lo studio dimostra che il sistema immunitario umano puo’ efficacemente combattere le infezioni da virus Marburg producendo anticorpi e mostra come questi inattivano il virus.

La comprensione di questi meccanismi consentira’ ai ricercatori di sviluppare terapie basate su anticorpi efficaci contro il Marburg e l’Ebola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: