Tumori: vaccino 'ad personam' co…

Nel dubbio ha fatto bene…

L'interruttore di crescita cellu…

[caption id="attachment_7…

Quel che resta del ricordo e' so…

[caption id="attachment_6…

Bambini stranieri nelle scuole i…

La Società Italiana di Pe…

Scompenso cardiaco grave: l’alte…

[caption id="attachme…

Il SIldenafil aiuta nella preven…

Il Sildenafil dovrebbe es…

La placenta come fonte important…

[caption id="attachment_1…

Ictus: il magnesio riduce i risc…

Le persone che mangiano m…

L'effetto 'gelo' per distruggere…

[caption id="attachment_6…

La strategia di sopravvivenza de…

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Enzima potrebbe contribuire alla rigenerazione del sistema nervoso, secondo uno studio

Un team di ricercatori britannici e statunitensi, finanziati dall’UE, ha individuato un enzima che riveste un ruolo centrale nella rigenerazione delle fibre nervose (o assoni). L’enzima Mst3b (mammalian sterile 20-like kinase-3b) si è rivelato un attivatore della crescita degli assoni nel sistema nervoso centrale (CNS) e periferico (PNS).

immagine di un assone

immagine di un assone

I risultati della ricerca – pubblicati nella rivista Nature Neuroscience – potrebbero aprire nuove possibilità per il trattamento dell’ictus, dei danni al midollo spinale e al cervello causati da incidenti.

L’autore principale dello studio, la dott.ssa Barbara Lorber, ha ricevuto un sostegno finanziario dal progetto AXON GROWTH KINASE (“Role of N-kinase in regulating central nervous system regeneration”). La borsa internazionale per un soggiorno all’estero Marie Curie ha permesso alla dottoressa Lorber, impiegata presso l’Univeristà di Birmingham nel Regno Unito, di eseguire la propria ricerca al rinomato Children’s Hospital di Boston, negli Stati Uniti.

Già si sapeva che l’enzima Mst3b regola l’estensione assonale nei neuroni corticali embrionali nelle colture cellulari. Questo nuovo studio conferma che esso ha una funzione simile nei sistemi nervosi maturi. Di solito, il CNS non è in grado di rigenerare le fibre nervose danneggiate, e questo impedisce la guarigione dei danni riportati al cervello e al midollo spinale.

Attraverso l’esame di topi vivi che presentavano danni del nervo ottico, i ricercatori hanno constatato che la rigenerazione assonica aumentava se nei neuroni era presente l’enzima Mst3b. Dove l’enzima era assente, invece, gli assoni mostravano una scarsa rigenerazione. Quando l’enzima viene attivato, esso stimola a sua volta i segnali per l’attivazione dei geni necessari alla crescita assonale.

“Si osserva una tempestiva rigenerazione assonale nel sistema nervoso periferico maturo […], ma non in quello centrale”, si legge nell’articolo. “Il nervo ottico è un modello classico di percorso CNS che non si rigenera dopo essere stato danneggiato”.

“Abbiamo dimostrato che Mst3b […] è un regolatore centrale della rigenerazione assonale del nervo ottico e del nervo radiale adulto”, conclude l’articolo. “Sarebbe importante indagare se Mst3b regola la rigenerazione assonale in altre parti del CNS e del PNS, e se l’espressione di una forma costituzionalmente attiva del Mst3b possa aumentare il livello di crescita attualmente raggiungibile dopo un danno del CNS. Questi e altri studi sui meccanismi molecolari attraverso i quali Mst3b funziona potrebbero aprire nuove vie per il trattamento dei danni del sistema nervoso centrale”.

Ricerche future dovranno determinare se Mst3b sia il migliore stimolatore della crescita assonale, in prospettiva dello sviluppo di nuovi farmaci, dicono i ricercatori.

La borsa di studio AXON GROWTH KINASE è stata finanziata con 250.000 euro nell’ambito del Sesto programma quadro (6° PQ) ed era incentrata sul ruolo del Mst3b nella rigenerazione del nervo ottico in vivo.

Per ulteriori informazioni, visitare:

Nature Neuroscience:
http://www.nature.com/neuroscience/

Children’s Hospital Boston:
http://www.childrenshospital.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: