Sclerosi multipla: prima volta s…

La ricerca italiana segna…

Pediatria: boom di malattie inte…

Boom di ‘Mici’ tra i bamb…

Asma: con immunosoppressori migl…

Un tipo di asma cronica …

Fumatori: maggiore il rischio di…

I consumatori di tabacco,…

Monza doppio trapianto arti: usa…

[caption id="attachment_9…

HIV: cronologia di una lunga ric…

[caption id="attachment_3…

Una molecola comanda intervento …

Una molecola 'richiama' l…

Rivaroxaban di Bayer ha ridotto …

Presentati al Congresso E…

Alimentazione corretta, attività…

Nell’imminenza dell’Expo …

HIV: con antiretrovirali, ottenu…

I trattamenti antiretrovi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Staminali dal Danio rerio, lo splendido zebrafish

E’ lungo tra i tre e i cinque centimetri, è affusolato e deve il suo nome, zebrafish o pesce zebra, alle strie orizzontali gialle ben visibili sul fondo nero-bluastro.

Danio rerio  - fase embrionale

Danio rerio - fase embrionale

Il piccolo pesce sta acquistando sempre maggiore importanza per lo studio delle cellule staminali, tanto che l`Insubrias Biopark ha acquistato 36 vaschette di pesce zebra per approfondire la ricerca in tale ambito.
Lo zebrafish è un organismo modello nella ricerca biologica perche’ l`animale, poco esigente e di facile mantenimento in vasca, si riproduce con notevole frequenza con piú di 200 uova per ciascuna deposizione, e ció permette di disporre rapidamente di un gran numero di esemplari.


Inoltre, la trasparenza delle uova fecondate e degli embrioni, che si formano in sole 72 ore dalla fecondazione, è tale da rendere evidenti tutte le fasi dello sviluppo embrionale, per cui il pesce zebra è usato come modello in studi sulla biologia dello sviluppo.

Una caratteristica dell`animale è, inoltre, la capacità di rigenerare spontaneamente il tessuto del cuore, quando asportato parzialmente o danneggiato.
Il pesce zebra rappresenta solo uno dei filoni di ricerca sui quali si articola l`accordo siglato tra Fondazione Istituto Insubrico di Ricerca per la Vita (Fiirv), polo di ricerca medico-scientifica di Gerenzano con sede all`Insubrias Biopark, e gruppo San Donato Foundation, fondazione nata per alimentare e sviluppare la ricerca. Gsd Foundation, gruppo ospedaliero privato, sta investendo nella ricerca traslazionale, in particolare presso i due Istituti Scientifici che fanno parte del Gruppo, ovvero il Policlinico San Donato, per le malattie cardiovascolari, e l’Istituto Ortopedico Galeazzi, per le malattie dell’apparato locomotore.
L`accordo, di almeno ventiquattro mesi, prevede lo sviluppo congiunto di progetti di ricerca traslazionale che utilizzino al massimo le potenzialità di ricerca di base dell`Insubrias Biopark e di ricerca clinica della Fondazione San Donato. Al centro degli studi – oltre allo zebrafish e allo cellule staminali – vi sono patologie tumorali e autoimmuni, malattie cardiologiche, ortopediche e connesse all`apparato locomotore.
FIIRV e GSD Foundation potranno partecipare congiuntamente a programmi di ricerca nazionale e internazionale, e inoltre accedere alle rispettive strutture e attrezzature oltre alla formazione – da parte del Gruppo San Donato – di due operatori dell`Insubrias Biopark sulle linee cellulari antitumorali.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!