Nanoscienze: nasce il nuovo isti…

Roma, 1 ott - Un nuovo i…

Tumori: quali sono i sintomi che…

Studio dello University C…

Ustekinumab: nuovi risultati di …

I benefici di ustekinumab…

Stesso virus della passata stagi…

I SONDAGGI* DI WWW.OSSERV…

Tumori della tiroide, sembra un'…

Casi in crescita, ma una …

Nanodroni scagliati contro il "b…

Oggi e' possibile super…

Disturbi di stagione: attenzione…

Calano bruscamente le tem…

Invecchiamento precoce causerebb…

- L'acceleramento dell'in…

Artroscopia per riparare la cavi…

Nel mondo dello sport è c…

Una ricerca getta luce sulle ter…

Finanziati in parte dall'…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperti geni di Codeina e morfina

codeina

Sarà possibile creare piante che interrompono il loro processo di produzione a livello della codeina, prima che questa venga trasformata in morfina, o produrla per via biotecnologica

I geni che permettono al papavero da oppio di produrre codeina e morfina sono stati identificati da ricercatori dell’Università di Calgary, in Canada, che ne riferiscono in un articolo pubblicato sulla rivista Nature Chemical Biology.

“Gli enzimi codificati da questi due geni hanno eluso gli sforzi dei biochimici per oltre mezzo secolo”, ha detto Peter Facchini, che ha diretto la ricerca. “Avendo trovato non solo gli enzimi, ma anche i geni, abbiamo fatto un notevole passo in avanti.”

La codeina, che è il derivato dell’oppio più utilizzato  per la sua attività analgesica, può essere estratta direttamente dalla pianta, ma la maggior parte di essa viene sintetizzata dalla morfina che è presente in quantità maggiori nel papavero da oppio. Anche nella pianta la codeina viene successivamente convertita in morfina da un enzima.

“Grazie a questa scoperta si riesce potenzialmente a creare piante che interrompono il loro processo di produzione a livello della codeina. Ma possiamo anche lavorare per arrivare alla sintesi della codeina e di altri derivati dell’oppio in centri biotecnologici che permettano una produzione più efficiente, controllata ed economica”, ha commentato Facchini.

Uno dei prossimi passi dei ricercatori sarà infatti quello di utilizzare il gene della codeina per farla produrre da lieviti o batteri.

Per ottenere il risultato i ricercatori hanno dovuto analizzare oltre 23.000 geni fino a individuarne uno, chiamato codeine O-dementhylase (CODM), che produce l’enzima vegetale che converte la codeina in morfina.

“E’ stato un giorno esaltante. Abbiamo trovato l’anello mancante necessario a comprendere come il papavero da oppio produce morfina”, ha detto Jillian Hagel, che ha partecipato alla ricerca.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!