Adenovirus: puzzle della struttu…

[caption id="attachment_8…

Pediatri di famiglia: SIP, così …

La FIMP avvia un sondaggi…

Resistenza all'insulina: il ruol…

[caption id="attachment_8…

Alzheimer: scoperto il focolaio …

Ricercatori dell'Istituto…

Disponibile anche in Italia lina…

In vigore il provvedim…

Stomaco in provetta: ricostruito…

E' minuscolo ma struttura…

Arsenico: meccanismo di assorbim…

[caption id="attachment_1…

Cefalee e sale: dimezzandone il …

Dimezzandone il consumo è…

Tumori: arriva un vaccino anti H…

Realizzato un nuovo vacci…

Umore: identificate le cellule c…

Identificate le basi mol…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nanotubi di carbonio esaminano sangue, scovano cellule cancerose

Roma, 30 mar – Un dispositivo a base di nanotubi regolabili in grado di esaminare il sangue e rilevare l’eventuale presenza di cellule cancerogene circolanti – scoprendo in anticipo il processo di metastatizzazione – e di virus: il dispositivo e’ stato realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Harvard Medical School e del MIT di Boston guidati da Mehmet Toner e Brian Wardle.

Il dispositivo, si legge sulla rivista Small, nasce da una versione precedente di 4 anni fa realizzata dallo stesso Toner, ma a differenza di allora i nanotubi sono molto piu’ porosi e lasciano al sangue la possibilita’ di circolare piu’ liberamente al loro interno. In questo modo lo strumento e’ capace di ”intrappolare” le cellule tumorali otto volte meglio della versione originale, e sembrerebbe essere in grado anche di rilevare particelle ”sospette” molto piu’ piccole delle cellule tumorali circolanti, come i virus, noti per essere di dimensioni molto ridotte (fino a 40 nanometri).

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x