“HTA nel dolore episodico intens…

Il prof. Canonico (presid…

Ricomporre il puzzle genetico

Un team europeo di scienz…

Morbo di Hansen (lebbra): il 'po…

Difficile da 'riprodurre'…

Ebook readers con inchiostro ele…

A differenza degli sc…

Hendra virus: creato il primo va…

Un team internazionale di…

Merck Serono: nuove sfide per la…

Roma, Italia, 02 apri…

Sette anni di lavoro per il prim…

[caption id="attachment_1…

Farmaco anticancro si rivela eff…

Secondo uno studio pubbli…

In pericolo la ricerca con e sul…

La ricerca sulla staminal…

Fumo: dieci anni di legge Sirchi…

(ANSA)E' entrata in vigor…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Melanoma: un microscopio dalla Germania ad altissima precisione aiuterà nella diagnosi

Un team di ricercatori tedeschi ha sviluppato un nuovo tipo di microscopio che potrebbe aiutare a comprendere meglio le malattie della pelle come il melanoma.

Il team, proveniente dall’Istituto Fraunhofer di ottica applicata e meccanica di precisione (IOF) di Jena, in Germania, ha assicurato che il dispositivo puo’ produrre immagini ad alta risoluzione di aree della pelle di qualsiasi dimensione, a differenza dei microscopi convenzionali che si limitano a produrre immagini di piccole aree. Secondo i ricercatori, il nuovo strumento e’ anche un ‘lavoratore’ veloce, poiche’ fornisce i risultati in poche frazioni di secondo. E malgrado questi tempi di reazione, la qualita’ non viene sacrificata per la velocita’; persino quando il medico tiene il microscopio in mano, le fotografie non sono sfocate.

Il microscopio permette di fare esami con una risoluzione massima di cinque micrometri; grazie a una lunghezza focale di appena 5,3 millimetri, e’ anche estremamente piatto e leggero: “Ora possiamo esaminare un’area grande quanto vogliamo”, ha commentato Frank Wippermann dello IOF, “il nostro microscopio ultra-sottile e’ formato non da uno, ma da una moltitudine di piccoli canali di imaging, con moltissime lenti minuscole schierate le une accanto alle altre.
Ogni canale registra un piccolo segmento dell’oggetto con le stesse dimensioni per un’immagine in scala 1:1”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x