Videocapsule potrebbero sostitui…

[caption id="attachment_1…

Cancro ovarico: ginecologi e onc…

Otto diagnosi di tumore a…

Sarcoma di Ewing: proteina chiav…

[caption id="attachment_5…

Vescica iperattiva: riguarda 5 m…

In Italia sono oltre cin…

Infarto e terapia con cellule st…

Presto potremmo avere a d…

Anoressia: possibile legame scop…

Nelle persone che soffron…

Il recettore che accomuna creati…

[caption id="attachment_7…

Trapianto di midollo: possibile …

E' l'ultima frontiera del…

Declino cognitivo: semplice test…

Con un semplice esame d…

Hendra virus: creato il primo va…

Un team internazionale di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

USA: trattamento a base di staminali contro fratture ossee

Cellule staminali ‘addizionate’ con il fattore di crescita insuline-like growth factor (IGF-I) per il trattamento delle fratture ossee difficili da ricomporre: a proporre questa nuova soluzione contro le fratture gravi sono i ricercatori dell’Universita’ del North Carolina di Chapel Hill (Stati Uniti) guidati da Anna Spagnoli, ingegnere biomedico.


I risultati del loro studio – il primo a proporre una terapia a base di staminali per risolvere una carenza nella riparazione delle fratture ossee – sono stati illustrati a Boston durante il meeting annuale della Endocrine Society: secondo Spagnoli il trapianto di queste cellule staminali ‘arricchite’ sara’ utile soprattutto per ‘bambini che soffrono di osteogenesi imperfetta o di malattia delle ossa fragili e per gli adulti con osteoporosi, perche’ le loro ossa fragili si possono rompere facilmente e ripetutamente e il trattamento chirurgico, spesso, non e’ efficace o non e’ consigliabile’.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi