Morbo di Crohn: due geni alterat…

Una chiave genetica all'o…

Collegamento tra metastasi tumor…

Un team di ricerca compos…

Test diagnostici meno esosi con …

[caption id="attachment_1…

Spermatozoi in provetta: nuova f…

I ricercatori dell'Univer…

Farmaci a bordo dei nanoshuttle …

L’Ateneo coordina una ric…

Frattura spina dorsale: interven…

Nel caso di fratture da…

Leucemia mieloide acuta: scienzi…

Gli scienziati hanno …

Tumori: il Veneto prima regione …

Per scoprire un tumor…

DARUNAVIR Q.D. E’ STATO APPROVAT…

La monosomministrazione g…

Il silenziamento di uno dei due …

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

USA: trattamento a base di staminali contro fratture ossee

Cellule staminali ‘addizionate’ con il fattore di crescita insuline-like growth factor (IGF-I) per il trattamento delle fratture ossee difficili da ricomporre: a proporre questa nuova soluzione contro le fratture gravi sono i ricercatori dell’Universita’ del North Carolina di Chapel Hill (Stati Uniti) guidati da Anna Spagnoli, ingegnere biomedico.


I risultati del loro studio – il primo a proporre una terapia a base di staminali per risolvere una carenza nella riparazione delle fratture ossee – sono stati illustrati a Boston durante il meeting annuale della Endocrine Society: secondo Spagnoli il trapianto di queste cellule staminali ‘arricchite’ sara’ utile soprattutto per ‘bambini che soffrono di osteogenesi imperfetta o di malattia delle ossa fragili e per gli adulti con osteoporosi, perche’ le loro ossa fragili si possono rompere facilmente e ripetutamente e il trattamento chirurgico, spesso, non e’ efficace o non e’ consigliabile’.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x