Disfunzione erettile: 3 milioni …

Vive il proprio disagio c…

Il daltonismo trattato con terap…

[caption id="attachme…

Cancro: scoperti i geni nemici d…

[caption id="attachme…

Albumina nelle urine: predittiva…

[caption id="attachment_8…

Apnee notturne possono rappresen…

Fatica a respirare du…

Rilpivirina è stata approvata in…

Beerse, Belgio, 28 No…

Divisione cellulare: svelato il …

[caption id="attachment_5…

Ultrabatteri: i ceppi resistenti…

Invulnerabili a quals…

Cannabis (THC) in monoterapia no…

La cannabis non e' effica…

Integratori contenenti il DMA po…

Se contengono dimetilam…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nausee in gravidanza: la soluzione fredda del ghiacciolo. Ecco come è nato il rimedio.

E’ uno dei fastidi piu’ comuni della dolce attesa. La nausea in gravidanza colpisce sei donne su dieci e nell’1-2% dei casi e’ “severa”, cioe’ peggiora in modo notevole la qualita’ di vita.

Soprattutto durante l’estate, quando il malessere viene accentuato dall’afa e dalle alte temperature che attanagliano le citta’. Di solito compare nei primi mesi di gestazione e dura dai 30 ai 40 giorni, ma in alcuni casi si puo’ prolungare fino alla vigilia del parto. Non esistono rimedi efficaci per eliminarla, perche’ i farmaci sono controindicati nelle donne incinte e spesso ci si deve rassegnare a convivere con un fastidioso malessere. Ma oggi, secondo i ginecologi dell’Aogoi (Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani), per alleviare la nausea e al tempo stesso l’afa sopprimente, un numero sempre piu’ alto di donne italiane si affida ai ghiaccioli Lillipops, un rimedio naturale messo a punto da una mamma inglese, che ha deciso di commercializzare la sua scoperta ‘naturale’ per sconfiggere nausea e inappetenza. “Si tratta di una soluzione molto interessante, perche’ non presenta effetti collaterali – dichiara il professor Antonio Chiantera, segretario nazionale Aogoi -. I ghiaccioli, privi di coloranti, aromi artificiali e dolcificanti, sono stati approvati dalle associazioni scientifiche degli specialisti di tutta Europa. Per questo, oltre a consigliarli, abbiamo deciso di iniziare una sperimentazione in Italia che, iniziata a ottobre 2010, ha coinvolto 10 centri distribuiti in tutta la penisola. I primi dati sono confortanti: l’utilizzo dei ghiaccioli riduce la nausea in gravidanza nella quasi totalita’ dei casi. In questo periodo stiamo portando a termine nuovi test, i cui risultati verranno presentati in occasione del Congresso Sigo (Societa’ italiana ginecologia ostetricia)-Aogoi di Palermo (25-28 settembre), che vedra’ riuniti nella capitale siciliana oltre 3.000 ginecologi da tutta Italia”.

Stanca di sentirsi dire ‘aspetta, passera”, una mamma inglese, Denise Soden, ha deciso di sperimentare rimedi casalinghi, dal momento che non poteva assumere farmaci contro la nausea continua che accompagnava le sue gravidanze. Finche’ ha scoperto, al terzo figlio, che il ghiaccio le calmava i conati. “Mi sentivo male, ero disidratata – dichiara Denise -. Non riuscivo a tollerare nulla, solo il ghiaccio mi dava sollievo e mi consentiva di idratarmi, a differenza dell’acqua o di altri liquidi. Un effetto ancor piu’ marcato l’ho ottenuto inserendo alcuni ingredienti naturali che permettevano di rendere il gusto piu’ gradevole. E quando il caldo mi toglieva ancor di piu’ l’appetito, i ghiaccioli erano i soli rimedi in grado di combattere la disidratazione. Avevano anche un’azione energizzante, e, oltre alla nausea, alleviavano bruciore di stomaco e secchezza della bocca. Cosi’, provata in prima persona l’efficacia, ho iniziato, con mio marito, una vera attivita’ di produzione, per renderli disponibili a tutte le donne”. Dopo il successo riscontrato in Inghilterra, i Lillipops sono sbarcati nel nostro Paese alla fine dello scorso anno e in pochi mesi hanno conquistato anche le donne italiane. “Sono un ottimo rimedio in questa fase delicata della vita femminile, in cui l’assunzione di farmaci va assolutamente evitata – conclude Chiantera -. Alcune pazienti riferiscono un particolare beneficio mangiandoli la mattina, a stomaco vuoto”. “Le future mamme sono davvero soddisfatte, ricevo tante telefonate e montagne di mail – conclude Denise Soden -. Visto l’interesse mostrato nei confronti del prodotto, sto pensando a una nuova versione per aiutare a tenere sotto controllo il vomito nei bambini e la disidratazione negli anziani” .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!