SLA: una proteina anomala che si…

Scoperta una proteina ano…

Sindrome Miastenia congenita: ve…

L'individuazione del gene…

Audizione sul DdL di Riforma deg…

La Commissione Sanità del…

Al via la terza edizione del pre…

l Premio di 10.000 euro i…

Cellule staminali su fratture sp…

Sono positivi i risultati…

Colite ulcerosa: identificata un…

[caption id="attachment_8…

Schizofrenia: maggiori i success…

[caption id="attachme…

Genoma: la vita artificiale dive…

[caption id="attachment_2…

Nanoparticella per il trasporto …

Dalla combinazione tra un…

Vaccino contro il diabete giovan…

L'annuncio dei medici…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro della prostata: promettente farmaco agisce tagliando nutrimento alle metastasi

I ricercatori del Centenary Institute di Sidney, Australia, hanno scoperto un potenziale futuro trattamento per il cancro alla prostata che si basa sul taglio dei nutrimenti alle cellule cancerose.

Gli scienziati hanno scoperto che le cellule del cancro alla prostata riescono ad attirare piu’ leucina, un aminoacido essenziale, delle cellule normali e quindi crescono oltre la norma. I ricercatori, come si legge su Cancer Research, hanno allora tentato due approcci: introducendo un farmaco che ‘competesse’ con la leucina e disturbando il meccanismo molecolare di assunzione di questa sostanza da parte delle cellule. Entrambe le strade hanno avuto successo e hanno rallentato la crescita del cancro facendo letteralmente ‘morire di fame’ le cellule cancerose.

“In alcuni casi siamo stati capaci di rallentare del 50 per cento la velocita’ di crescita del cancro”, ha spiegato Jeff Holst, autore della ricerca. Secondo gli scienziati la scoperta portera’ a una migliore comprensione del legame fra il cancro alla prostata e l’assunzione di alcuni cibi contenenti molta leucina, come la carne rossa, i semi di soia e le arachidi. (AGI)

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!