Virus Epatite C: trovato materia…

[caption id="attachment_…

ICTUS: studi americani rivelano …

[caption id="attachment_7…

Test italiano per predire Alzhei…

C4D, un semplice esame di…

Antidepressivi in gravidanza: no…

Gli antidepressivi in gra…

A Bisceglie una giornata di info…

Venerdì 25 marzo, a Bisce…

Basse dosi di aspirina potrebber…

L'uso regolare di un…

Scoperto il gene primario dell’E…

Lo studio, appena pubblic…

HIV: Mississippy Baby risulta nu…

Parla di risultati “delud…

La proteina a guardia dell'integ…

Una nuova ricerca ha chia…

Chiesi è la prima a sottomettere…

Innovazione italiana  nel…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Emofilia: cellule staminali ingegnerizzate per aiutare chi ne soffre

Un nuovo approccio terapeutico basato su cellule staminali ingegnerizzate potrebbe aiutare chi soffre di emofilia A ad evitare i sanguinamenti che possono danneggiare le articolazioni.


A darne notizia e’ la rivista Experimental Hematology, che ha descritto una ricerca in cui particolari cellule staminali mesenchimali (ovvero quelle esprimenti il fattore VIII della coagulazione, cioe’ la molecola la cui assenza causa l’emofilia A) sono state iniettate in alcune pecore ferite, nelle quali sono riuscite a bloccare la perdita di sangue e a riparare i tessuti danneggiati. Secondo Christopher Porada del Wake Forest Baptist Medical Center’s Institute for Regenerative Medicine di Winston-Salem (Usa) il problema da risolvere, adesso, e’ la reazione immunitaria che l’iniezione scatena negli animali.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x