Igiene delle mani, perché è impo…

L’igiene delle mani è…

Marijuana e salute: una relazion…

L’uso abituale di marijua…

Medicina rigenerativa: scoperto …

Un gruppo di scienziati d…

La scommessa italiana per la cur…

La ricerca sulla fibrosi …

HIV e prevenzione: la scoperta p…

Secondo la rivista Scienc…

Dati di uno studio di Fase III d…

Dati di uno studio di Fas…

FOFI e ALLIANCE HEALTHCARE ITALI…

 Altre 14 farmacie d’emer…

Aspartame: torna a far parlare d…

Nuovi sospetti per l'aspa…

La "Molecola Trofeo" potrebbe ri…

Alcuni ricercatori hanno …

Scienziati approvano i nuovi mat…

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Emofilia: cellule staminali ingegnerizzate per aiutare chi ne soffre

Un nuovo approccio terapeutico basato su cellule staminali ingegnerizzate potrebbe aiutare chi soffre di emofilia A ad evitare i sanguinamenti che possono danneggiare le articolazioni.


A darne notizia e’ la rivista Experimental Hematology, che ha descritto una ricerca in cui particolari cellule staminali mesenchimali (ovvero quelle esprimenti il fattore VIII della coagulazione, cioe’ la molecola la cui assenza causa l’emofilia A) sono state iniettate in alcune pecore ferite, nelle quali sono riuscite a bloccare la perdita di sangue e a riparare i tessuti danneggiati. Secondo Christopher Porada del Wake Forest Baptist Medical Center’s Institute for Regenerative Medicine di Winston-Salem (Usa) il problema da risolvere, adesso, e’ la reazione immunitaria che l’iniezione scatena negli animali.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!