Chili di troppo che si ereditano…

I chili di troppo si ered…

Prima colazione: tutti gli strat…

"Prima colazione? Non ri…

Dolore cronico nei pazienti anzi…

Tecniche di comunicazione…

Riserva ovarica e gene guardiano…

La sovraespressione del…

AIDS: nuovo approccio per combat…

Identificato il meccanis…

Stress ossidativo: Telethon svel…

Dalla ricerca Telethon su…

Autismo: stimolazione cerebrale …

La stimolazione cerebrale…

L'osservatorio Federsalus lancia…

Per gli abitanti del Bel …

Vitamina D3, cistatina e tumori …

[caption id="attachment_1…

Quando i bruciori allo stomaco n…

La pirosi frequente -…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fibre: ottime per ridurre i rischi di cancro al colon

Buone notizie per gli appassionati di cereali e farina integrale. Aumentare il consumo di queste fibre, infatti, sembra ridurre il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto.

Lo rivela uno studio sul ‘BMJ’, firmato dai ricercatori dell’Imperial College di Londra (Gb). Gli scienziati hanno scoperto che per ogni 10 grammi al giorno in più di fibre, si registra un calo del 10% del rischio di cancro intestinale. L’analisi condotta su 25 studi precedenti ha scoperto, però, che le fibre di frutta e verdura non hanno lo stesso effetto ‘scudo’.

Secondo i ricercatori, i benefici di cereali e farine integrali contro il cancro del colon-retto finora non erano chiari. L’analisi dei risultati di tutti gli studi osservazionali precedenti hanno consentito ai ricercatori di Londra, insieme a colleghi di Leeds e a studiosi olandesi, di esaminare dati forniti da quasi due milioni di persone. La conclusione è che aumentare l’assunzione di fibre, in particolare quelle di cereali e di cereali integrali, aiuta a prevenire il cancro del colon-retto. “Più fibre si mangiano, meglio è – spiega Dagfinn Aune dell’Imperial College di Londra – ma anche quantità moderate possono avere qualche effetto”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi