Riconoscere il dolore al petto, …

[caption id="attachment_8…

L'opera somma in volumi: Genomic…

Genomic Encyclopedia of B…

Batteri infettivi: sviluppata nu…

I batteri nocivi potrebb…

Superspermatozoi e tassi di infe…

[caption id="attachme…

Anche l'uomo (e i mammiferi) ha …

Una piccola porzione del …

La proteina promoter dell'incont…

Il recettore delle cellul…

Progesterone post-menopausa non …

Il trattamento con proges…

COMUNICAZIONE DIGITALE IN SANITA…

Istituzioni, aziende, cli…

Chewing gum: l'eccessiva mastica…

L'eccessivo consumo di c…

Utilizzo farmaci negli allevamen…

L'aggiunta sistematica di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperte nuove cellule del sistema immunitario

Scoperta un nuovo gruppo di cellule del sistema immunitario: si tratta delle ”Natural Killer T follicular helper” (NKTfh), e sono state descritte in due distinti articoli pubblicati da Nature Immunology e da Immunity.

Carola Vinuesa dell’Australian National University (Canberra, Australia), autrice della scoperta, ha spiegato che si tratta di una sottoclasse delle cellule Natural Killer, globuli bianchi che riconoscono le molecole lipidiche presenti nei batteri e ne vengono attivate.

Rispetto a queste, le NKTfh sono pero’ anche in grado di stimolare, contemporaneamente, la produzione di anticorpi e la generazione di centri germinativi, strutture normalmente associate alla risposta immunitaria scatenata da antigeni di tipo proteico. La risposta che si ottiene e’ rapida e breve e, spiega Vinuesa, ”potrebbe essere importante per proteggere infezioni potenzialmente letali, mentre l’incapacita’ di indurre le cellule a produrre anticorpi a lungo termine potrebbe essere la chiave per prevenire le malattie autoimmuni”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!