Frenare il fenomeno di autofagia

Lo stress si ripercuote s…

Il Presidente della FIMP: “L’inf…

Praga, 10 Maggio 2012 –…

Le leggi che ritardano l’arrivo …

In Italia perdura la prat…

Autismo: il deficit che si può r…

E' possibile rilevare i d…

Vaccino Anti-HPV: raccomandato a…

"Mentre nella donna esist…

Apnea notturna e Alzheimer: qual…

Un nuovo studio trova c…

Precursori dei neuroni da cellul…

Sviluppato un nuovo metod…

Registrate mutazioni del virus H…

Il virus ha fatto registr…

Stress: trovate le molecole resp…

La risposta fisiologica a…

Obiettivo raggiunto per il Proge…

Il Progetto Homeless, ini…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vaccino anti-HPV gratis in sei città, alle ragazze disagiate

Vaccino ‘scudo’ anti-Papillomavirus gratis alle ragazze disagiate in 6 città italiane, grazie a una campagna lanciata dall’Istituto europeo di oncologia di Milano e dalla Croce Rossa Italiana, che proprio dal capoluogo lombardo danno il via a un progetto di prevenzione contro il primo responsabile del cancro al collo dell’utero. L’iniziativa farà tappa anche a Torino, Roma, Napoli, Bari e Palermo.


“Le Regioni italiane – ricordano i promotori del progetto in una nota – hanno già provveduto a lanciare campagne di vaccinazioni di ragazzine 12enni, con una percentuale di risposta influenzata da elementi familiari e sociali. Nei fatti, sono rimaste escluse dalla vaccinazione giovani ragazze che, a causa di una condizione familiare e sociale di disagio, più difficilmente recepiscono le proposte di prevenzione. Ieo e Cri hanno quindi stabilito di portare la vaccinazione, a titolo gratuito, in 6 città italiane. Cooperando con i Servizi sociali dei singoli Comuni, proporranno la vaccinazione a giovani ragazze in stato di disagio”. La prima iniziativa legata al progetto è stata sostenuta dalla Fondazione Rotary Club Milano con una serata al Teatro Nuovo, dove ieri è andata in scena la pièce ‘Caveman’ con la regia di Teo Teocoli, proprio per supportare la campagna di promozione del ‘vaccino delle ragazze’.

“Questo progetto – afferma Mauro Melis, amministratore delegato Ieo – vede Ieo impegnato insieme a Croce Rossa in un’opera di prevenzione sul territorio, a favore di fasce sociali disagiate. Chi si trova in condizioni di fragilità ha bisogno del massimo dell’attenzione e della cura: è nostra missione garantire condizioni di prevenzione e salute al massimo livello per tutti”, precisa. “Credo nella prevenzione, credo nei giovani e sono convinto che abbiano il diritto di ricevere informazioni sanitarie accurate, per scegliere consapevolmente procedure preventive utili e preziose che nella nostra Regione sono a disposizione”, afferma Carlo Pampari di Fondazione Rotary. Patrizia Ravaioli, direttore generale Cri, si dice “orgogliosa e felice per un progetto dedicato alle giovani donne, che hanno bisogno di tanta attenzione e grande cura nella prevenzione di malattie che possono finalmente essere debellate grazie a strumenti come la vaccinazione contro HPV”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi