Tessuto adiposo di fianchi, glut…

[caption id="attachme…

HIV: studio dimostra dove il vir…

Identificata la regione d…

Vent’anni dei farmaci equivalent…

4 miliardi di risparmi da…

Depressione: livelli di folato e…

Scarsi livelli di vitamin…

Carenza di ferro e anemia: nel m…

Diete sbagliate e disturb…

Cancro orale, presto test della …

Presto sara' sviluppato u…

Dieta ipo-proteica per chi soffr…

Una dieta ipoproteica puo…

Linfoma periferico a cellule T: …

[caption id="attachme…

A Valenza una giornata di inform…

Mercoledì 13 aprile, a Va…

Quando il cervello viene salvato…

Ridurre la temperatura co…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Botulino: i medici estetici assicurano che l’Italia è area felice per i ritocchi dell’eterna giovinezza

L’ossessione per l’eterna giovinezza puo’ avere conseguenze indesiderate. Non sono pochi gli esempi di volti bellissimi, diventati inespressivi e innaturali a causa delle troppe iniezioni di tossina botulinica. Gli esperti del settore, pero’, invitano a non fare di tutta l’erba un fascio, poiche’ in Italia ”se l’intervento di medicina estetica con la tossina botulinica e’ fatto bene e se viene realizzato da un medico preparato che ha fatto corsi specifici – precisa Alberto Massirone (Collegio delle Societa’ Scientifiche Italiane di Medicina Estetica) – allora e’ sicuro ed in genere il paziente e’ soddisfatto del risultato finale. La tossina botulinica, infatti, e’ un intervento che comporta la paralisi di un piccolo distretto muscolare, effettuato con finalita’ estetica ed approvato dal Ministero della Salute a tutti gli effetti di legge. Quindi una tecnica collaudata, consentita dai ministero della Salute, a garanzia dell’utente.

”A differenza degli USA – prosegue Massirone – in Italia poi si utilizza una minima quantita’ di tossina botulinica, sufficiente per creare la microparalisi della piccola porzione di distretto muscolare interessato, ma mantenendo al contempo una lieve mobilita’ che permetta ancora di conservare una mimica facciale corretta.

Con queste premesse, gli effetti collaterali sono minimi, solitamente qualche ecchimosi che puo’ succedere nel pungere la cute, che solitamente si auto-assorbe nello spazio di qualche giorno; oppure qualche raro mal di testa, statisticamente non significativo. Ci possono essere invece soggetti che non rispondono alla tossina botulinica; nel qual caso e’ meglio non insistere.

Per evitare spiacevoli sorprese, ”prima di tutto e’ fondamentale farsi valutare da un medico estetico preparato e competente in questo campo specifico”,conclude Massirone.

Questo tipo di operazioni puo’ essere fatto tutto l’anno; ma nel periodo estivo, per evitare vasodilatazioni, gli specialisti consigliano di effettuarlo nelle ore serali piu’ fresche, magari posizionando per qualche ora dopo un po’ di ghiaccio sulla zona trattata.

Non si devono poi fare massaggi locali nelle 6-7 ore successive, per evitare di spostare il farmaco. Il risultato non e’ immediato, ma si vede dopo qualche giorno: 7 giorni come minimo, sino ad un completamento entro 20 giorni.

Infine, non deve essere rifatto sullo stesso distretto muscolare, se non prima di 4 o 5 mesi.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!