Infarto: un nuovo e sensibilissi…

La nuova metodica ha perm…

Stop al divieto di fecondazione …

Il divieto di fecondazion…

La fase III dello studio GALA pu…

Gerusalemme,  Luglio 2013…

Contro insufficienza cardiaca le…

Ieri 16 gennaio, il profe…

Influenza A: statine attenuano g…

Un nuovo studio Usa sugge…

Medicina rigenerativa: trovate l…

Una ricerca su alcune sta…

Dipendenze e alcolismo: un gene …

E' un gene ad impedire il…

Terapia genica per curare retini…

[caption id="attachment_8…

ADHD: la necessità di percorsi d…

Dal modello adottato dall…

Forse si abbandona l'amniocentes…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Radicali liberi: i nemici del sistema immunitario nella terza età

I radicali liberi attaccano le “sentinelle” del sistema immunitario, peggiorando il suo funzionamento con l’andare del tempo. La ricerca dello Albert Einstein College Medicine della Yeshiva University e’ stata pubblicata sulla rivista “Cell Reports”. “Finora non era molto chiaro come funzionasse il fenomeno della immunosenescenza, cioe’ il modo in cui l’invecchiamento incidesse sul sistema immunitario”, ha commentato Laura Santambrogio, che ha condotto la ricerca. Le cellule, come effetto del metabolismo, producono radicali liberi. Queste molecole instabili, e altamente reattive, possono ossidare, danneggiandoli, proteine, lipidi e altri componenti cellulari. Le cellule “contengono” questo tipo di processo mediante la produzione di alcuni enzimi.


Con l’invecchiamento, l’aumento dei radicali liberi e la diminuzione della produzione di questi enzimi antiossidanti, porta a un accumulo di proteine danneggiate che possono essere tossiche per le cellule. In particolare, lo studio e’ il primo a scoprire, mediante esperimenti con i topi, che lo stress ossidativo danneggia le cellule che sono le ‘sentinelle’ del sistema immunitario, i dendriti. Queste cellule, che mettono in allerta il sistema immunitario alla comparsa di microbi invasori, hanno infatti mostrato al loro interno un accumulo di proteine danneggiate dall’ossidazione dei radicali liberi che provocava effetti dannosi. Lo studio ha inoltre provato che la somministrazione di antiossidanti potrebbe pero’ invertire la perdita della funzione immunitaria.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x