Uno spray genetico contro un vir…

[caption id="attachment_7…

App PAINlab: la tecnologia al se…

App PAINlab: la tecnolo…

Le statine, e l'azione inibente …

Le statine ipocolesterole…

Mutazioni che causano il cancro:…

I meccanismi molecolari c…

Testosterone: utile contro scomp…

Il testosterone puo' mig…

Il gene che fa 'battere il cuore…

La ricerca apre nuove pro…

Le malattie infettive a scuola: …

Malattie infettive come p…

Linagliptin approvato in Europa …

 Linagliptin è l’unico tr…

Ipertensione: diventa una cura u…

Non solo all'umore, alla …

Uso pillola contraccettiva dimin…

Le donne che usano contra…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tessuti vascolari in 3D riprodotti con lo zucchero

I circuiti “scolpiti” a 3 dimensioni potrebbero essere utilizzati per ricostruire tessuti danneggiati nel corpo umano. I ricercatori dell’University of Pennsylvania hanno utilizzato un nuovo sistema per realizzare un network di tubicini in 3 dimensioni completamente in zucchero. La rete potrebbe essere utilizzata come sostitutivo del tessuto vascolare danneggiato, in modo da nutrire le cellule circostanti. La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista Nature Materials.


“Il metodo piu’ comunemente utilizzato per stampare i biomateriali e’ quello delle stampanti 3D che depositano le cellule strato per strato. Questo impone di stampare grandi quantita’ di tessuto e di lasciare dei buchi in corrispondenza dei vasi che si vogliono realizzare”, ha spiegato Jordan S. Miller, ricercatore a capo dello studio. “Noi abbiamo usato un approccio diverso, concentrandosi sui vasi veri e propri. Abbiamo inserito delle forme – ha concluso – in una soluzione contenente zucchero: una volta depositatosi, abbiamo estratto le forme e ottenuto una solida rete di tubicini adatta a possibili trapianti”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x