La Procura di Torino indaga la S…

Somministrazione di farma…

Geriatria: negli USA gli america…

Gli anziani americani di…

Depressione: una proteina potreb…

Gli scienziati hanno…

Ogni cervello ha un network, ogn…

Per evitare ingorghi e st…

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Malattie muscolo-scheletriche pe…

Le patologie di natura mu…

La carie, un problema di sanità …

Milano, 29 settembre 2014…

Percezione del corpo e memoria: …

Un nuovo studio del Karo…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Baci e benefici: meno calorie, m…

Non si tratta di legg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aumentano i casi di TBC farmacoresistenti

Trovato un allarmante numero di casi di tubercolosi in Africa, Asia, Europa e America Latina resistenti agli antibiotici piu’ potenti. In un grande studio internazionale pubblicato su ‘Lancet’, i ricercatori del Swedish Institute for Communicable Disease Control hanno scoperto tassi di tubercolosi multi-resistente (Mdr-Tb) e di tubercolosi ampiamente resistente (Xdr-Tb) piu’ alti di quanto pensato finora, che rischiano di minacciare gli sforzi globali che si stanno compiendo verso una minor diffusione della malattia.


“La maggior parte delle prescrizioni per il controllo della tubercolosi sono state sviluppate prevedendo una diffusione della Mdr-Tb fino al 5 per cento”, ha spiegato Sven Hoffner, fra gli autori dello studio, “invece adesso abbiamo dati che parlano di oltre il 10 per cento in alcune aree, dove circa la meta’ dei pazienti si stanno contagiando con ceppi di Mdr-Tb”. I ricercatori hanno riportato che in Estonia, Lettonia, Peru’, Filippine, Russia, Sudafrica, Corea del Sud e Thailandia il 44 per cento di casi di Mdr-Tb si sono mostrati resistenti anche a farmaci di seconda linea.
.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!