Radiografie ai denti: troppe, au…

Le persone che hanno effe…

Artrite Giovanile: novità

Convinzione comune e' che…

Allergie: una proteina responsab…

Maggiore è la presenza de…

Un batterio, associato a carie e…

Un batterio solitamente …

Il ruolo delle 'ossa' nel diabet…

[caption id="attachment_8…

Alzheimer: nuove speranze di tra…

Scienziati testano un nuo…

Addio embrioni: la chimica dalla…

[caption id="attachment_6…

A rischio tumori cavo orale con …

[caption id="attachment_1…

Demenza: cadiopatie e diabete au…

Per un buon funzionam…

Malattie neuromuscolari: una sfi…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ustioni gravi con pomate antidolorifiche – FDA – USA

Alcune pomate antidolorifiche (Otc), quelle vendute senza l’obbligo di ricetta medica, commercializzate negli Stati Uniti possono provocare gravi ustioni sulla pelle. A finire nel mirino della Food and Drug Administration (Fda) americana sono i prodotti a base di mentolo, salicilato di metile o capsaicina. Le segnalazioni raccolte dalla Fda parlano di lesioni cutanee gravi, che vanno dal primo al terzo grado con casi di ricoveri in ospedale, causate dall’applicazione di queste pomate nelle zone interessate dal dolore articolare o muscolare.


Le varie formulazioni includono creme, lozioni e unguenti. In molti casi le ustioni sono comparse dopo 24 ore dalla prima applicazione della crema.
“Le segnalazionio più frequenti – si legge sul sito della Fda – hanno riguardato le ustioni di secondo e terzo grado, provocate dall’uso di prodotti contenenti: il mentolo come unico ingrediente attivo, oppure il mentolo e il salicilato di metile, o il mentolo in concentrazioni superiori al 3% e il salicilato di metile al 10%. Pochi casi invece con pomate a base di capsaicina”.
I consigli della Fda nel caso si eventi avversi manifestati dopo l’uso di questi prodotti, come dolore, gonfiore o la formazione di vesciche sulla pelle, è interrompere l’utilizzo del prodotto.
AdnKronos

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi