MAL DI SCHIENA: ARRIVA “MINOSSE…

Mitologia classica e tecn…

Influenza A: statine attenuano g…

Un nuovo studio Usa sugge…

Zucchero e selenio amici del cuo…

Roma, 30 dic - Zuccheri c…

Stress: compromettente per le co…

Nuove scoperte sui meccan…

Assistenza circolatoria: impiant…

E' stato effettuato a Rom…

Gravidanza: acido folico ideale …

Integratori di ferro…

Sclerosi Multipla progressiva: u…

Una molecola da speriment…

Fumo passivo e l'aumento di inci…

Tra i neonati, il fumo pa…

Cervello: funzionalità legata ai…

I livelli di acidità nell…

Ictus in gravidanza: nuovo studi…

Quello che dovrebbe ess…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Bulimia: ottime le risposte da trattamento psicologico

Sviluppato un nuovo trattamento per combattere la bulimia nervosa che ha mostrato ottimi risultati. La ricerca proviene dalla University of North Dakota. La nuova terapia e’ di natura psicologica ed e’ stata sviluppata su un periodo di oltre 10 anni con 80 pazienti trattati in un trial condotto presso il dipartimento di psichiatria della University of Minnesota. ”Abbiamo registrato il piu’ basso tasso di ricadute fra tutti i trial scientifici mai tentati con la popolazione” ha spiegato Stephen Wonderlich, che ha condotto lo studio.

”Praticamente tutti quelli che hanno cominciato il trattamento lo hanno portato a termine, un risultato molto importante per queste persone affette da questo disordine alimentare”. GLi scienziati hanno spiegato che il metodo consiste, fondamentalmente, nell’insegnare alle persone con bulimia nervosa a mangiare diversamente. ”Il nostro trattamento si focalizza sul comportamento alimentare cosi’ come sulle variabili emozionali e relazionali che ad esso sono connesse. Non si fonda solo sulla forma del corpo, sul peso e sulle restrizioni dietetiche” ha continuato Wonderlich . ”Noi riteniamo che i processi emozionali, avvertiti negativamente, siano molto importanti nell’innescare comportamenti bulimici. Le persone intraprendono comportamenti bulimici perche’ si sentono momentaneamente meglio”. (AGI) .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!