Stato ipnotico: scienziati getta…

Esiste davvero uno stato …

Portare I Baffi È Portare Un Mes…

“Movember” è il mese dell…

Radiazioni a basse dosi: meglio …

Il rischio di cardiopatia…

Ebola: America vicina ad un rime…

[caption id="attachment_8…

Il carboidrato "buono" e la cart…

Dio salvi gli spaghet…

CNR: decifrate informazioni del …

Partendo da frammenti di …

Intelligenza e geni correlati: t…

Per decenni si e' pensato…

Aumentare i livelli di HDL non s…

Roma, 16 ago - Aumentare …

Lotta all’ictus, A.L.I.Ce Italia…

SIGN AGAINST STROKE IN …

Epatite C: arriva la prima rivis…

Dati epidemiologici, biso…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Convulsioni dovute ad anestetici: individuate cause

Una nuova ricerca ha identificato le cause degli attacchi convulsivi legati alla pratica di un diffuso trattamento anestetico. I farmaci antifibrinolitici sono frequentemente usati per prevenire le perdite di sangue durante gli interventi chirurgici, ma qualche volta possono causare convulsioni. Beverly Orser e colleghi della University of Toronto hanno analizzato i meccanismi molecolari che sottendono questo effetto collaterale in una ricerca pubblicata sul ‘Journal of Clinical Investigation’.

Attraverso lo studio degli effetti degli antifibrinolitici nei topi, gli scienziati hanno scoperto che questi farmaci inibiscono l’attivita’ dei recettori della glicina nel cervello, portando agli attacchi.
Nello studio, i ricercatori spiegano approfonditamente questo fenomeno e propongono anche trattamenti per gli episodi convulsivi indotti dagli antifibrinolitici.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!