DNA: Ecco come due metri di dopp…

[caption id="attachment…

Ipertensione: spegnere alcuni ne…

Curare l'ipertensione se…

Cervello: ultrasuoni migliorano …

Gli ultrasuoni, indirizz…

Asma: scoperta l'efficacia di un…

Scoperta una molecola ca…

Analisi genetica a distanza salv…

[caption id="attachme…

Un corso ECM FAD perché il farma…

Roma, 4 novembre 2014- E’…

Ictus e trombi: nuova tecnica pe…

[caption id="attachment_7…

Esami radiologici inutili: danni…

In Italia una prestazion…

Il segreto della bravura in mate…

Il segreto della bravura …

Acidi grassi prevengono eventi g…

Gli acidi grassi essenzia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria: nuovi risultati verso un vaccino efficace

Nuovi positivi risultati dalla sperimentazione in Africa del vaccino RTS,S contro la malaria sviluppato con il sostegno della Bill & Melinda Gates Foundation. Una nuova ricerca, pubblicata sul New England Journal of Medicine, condotta nella fase III della verifica sull’uomo dell’efficacia del farmaco sta aprendo alla speranza che già a fine 2014 potrebbe essere disponibile e autorizzato per campagne di vaccinazione nei Paesi sub-sahariani. I ricercatori guidati da Salim Abdulla, infatti, hanno condotto una vaccinazione su neonati tra le 6 e 12 settimane di vita che si è dimostrata efficace nel 31% dei casi nei confronti della malaria clinica e nel 37% dei casi di quella grave.

I dati confermano l’azione protettiva del vaccino contro l’infezione del parassita responsabile della malattia, ma sono meno positivi rispetto ai risultati della precedente sperimentazione che aveva interessato bambini più grandi, tra i 6 e 17 mesi di età. In quel caso gli episodi di malaria si erano dimezzati. I ricercatori sono comunque ottimisti: “A dir la verità ci siamo un po’ stupiti di aver visto un’efficacia minore di quella osservata appena 13 mesi fa – spiega Abdulla -, ma questo non fa altro che spingerci a cercare ancora più dati ed effettuare ancora più trial, in modo da determinare quali fattori potrebbero influire su questa differenza”. Il vaccino si aggiunge all’uso di zanzariere installate sui letti dei bambini.

I dati conclusivi della fase III saranno disponibili dalla fine del 2014, trascorsi 30 mesi dalla terza dose, l’ultima prevista, per il richiamo. La sperimentazione è condotta in 11 centri di ricerca e in 7 nazioni (Burkina Faso, Gabon, Ghana, Kenya, Malawi, Mozambico, Tanzania) e si avvale della collaborazione del PATH Malaria Vaccine Initiative (MVI) e di GlaxoSmithKline (GSK), che ha già fatto sapere che il 5% dei ritorni del costo del vaccino verrà utilizzato per la ricerca e lo sviluppo. “Sebbene l’efficacia sia più bassa di quella vista l’anno scorso – afferma l’amministratore elegato di GlaxoSmithKline, Andrew Witty – pensiamo che questi risultati confermino che RTS,S possa fornire ai bambini africani una protezione significativa contro la malaria”. Certezza che anima anche Bill Gates, insieme alla moglie Melinda, impegnato da anni grazie alla sua Fondazione filantropica nella lotta alla malaria. “L’efficacia è risultata inferiore rispetto alle aspettative – ha confermato Gates, ma lo sviluppo di un vaccino contro un parassita è una cosa molto difficile. Il processo continua e non vediamo l’ora di avere più dati per aiutare a determinare se e come distribuire questo vaccino”.
Salute Il Sole 24 Ore

1 comment

  1. Pingback: Malaria: nuovi risultati verso un vaccino efficace | Solo Sogni Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: