CANCRO AL SENO: NUOVA DIAGNOSI P…

[caption id="attachme…

Eternit: perché è "killer".

Asbesto, asbestosi. Parol…

Danni all'udito: un singolo even…

Un solo concerto rock o u…

Meningite: nanoparticelle d'oro …

[caption id="attachme…

AIDS: allattare fino al quarto m…

  Le mamme con infezio…

L'alcol "al femminile" è più spi…

Le donne che assumono bev…

Epigenetica: seguire in 3D le tr…

Roma, 02 dic. Al via il p…

Resistenza agli antibiotici: per…

Il fenomeno della resiste…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: una proteina in grado di contrastare le infezioni in cui il cancro cresce

Il corpo possiede una sorta di anti-infiammatorio naturale, una proteina chiamata Sparc che riduce le infiammazioni dei tessuti e contrasta in particolare il cancro alla vescica e le sue metastasi.sparc I tumori prosperano nei tessuti infiammati: la proteina Sparc (Secreted Protein Acidic and Rich in Cysteine) contrasta questi processi e contribuisce quindi a fermare la proliferazione delle cellule cancerose. La ricerca della University of Colorado e’ stata pubblicata sul ‘Journal of Clinical Investigation’.


A quanto di legge nello studio, la proteina agisce come una sorta di ibuprofene, tentando di far tornare in salute i tessuti infiammati dai tumori. Allo stesso modo, pero’, i tumori (come quello alla vescica, oggetto dello studio) hanno sviluppato il modo di inibire la produzione della Sparc, il che gli permette di crescere e sviluppare metastasi, che soprattutto per il cancro ai polmoni e alla vescica sono spesso fatali. Oltre al ruolo anti-infiammatorio, gli scienziati hanno anche mostrato che la proteina Sparc e’ coinvolto in una azione di ostacolo alla migrazione delle cellule del cancro verso i siti di possibili metastasi e nel fermare la produzione di nuovi vasi sanguigni necessari alla crescita del tumore.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi