Vasi sanguigni: da cellule stami…

Ricercatori della Scuola …

Diabete in età pediatrica: sempr…

Aumentano i casi di diabe…

Antidepressivi in gravidanza: a …

Le donne che assumono ant…

Insetti e il segreto muscolare d…

Per il battito d'ali …

Per la prima volta in Basilicata…

ALL’ IRCCS CROB DI RIONER…

I microrganismi come l'Helicobac…

Le conclusioni dello stud…

Cardiologia: bypass biologici po…

[caption id="attachment_6…

Cancro alla mammella: farmaco sp…

Un nuovo farmaco sperimen…

Pap-test, Veronesi: " Non serve …

La mappa degli esami cont…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Autismo: il deficit che si può rilevare dai sei mesi

E’ possibile rilevare i deficit di attenzione a partire dai sei mesi di vita nei bambini che svilupperanno col tempo i disturbi dello spettro autistico. autismoLa scoperta e’ stata effettuata da un team di ricercatori dell’Universita’ di Yale e descritta in un articolo pubblicato sulla rivista ‘Biological Psychiatry’. I risultati dello studio dimostrano che a sei mesi i neonati che un giorno soffriranno di autismo dedicano meno attenzione alle persone intorno e alle loro attivita’ rispetto ai coetanei che non svilupperanno disturbi dello spettro autistico.


Lo studio ha cercato la presenza di sindromi prodromici – i primi segni di disturbi dello spettro autistico – nei bebe’ di sei mesi d’eta’. I bambini ai quali e’ stato successivamente diagnosticato l’autismo mostravano gia’ a sei mesi una ridotta capacita’ di partecipare alle attivita’ sociali proposte dall’esterno. Si tratta della prima ricerca a dimostrare la presenza dei sintomi prodromici nel primo anno di vita del bambino. I risultati offrono nuovi parametri di riferimento per individuare i bambini piu’ a rischio dei disturbi autistici gia’ dai primi sei mesi.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] Autismo: il deficit che si può rilevare dai sei mesi […]

Archivi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x