Citomegalovirus: individuata str…

Grazie alla spettrometria…

Medtronic ottiene il marchio CE …

Il primo impianto è sta…

Epatite A: raddoppiati i casi di…

Raddoppiati i casi di…

Distrofia Muscolare: dalla CRISP…

Sfruttando la capacità de…

Obesita': studi dimostrano che e…

[caption id="attachment_6…

Dal paziente "Tan" alla nascita …

A 150 anni dalla morte, è…

Scienziato italiano scopre fonte…

(ANSA) - Scoperta da uno …

Un inaspettato doppio controllo …

[caption id="attachment_7…

Vaccino HPV in Calabria: grazie …

Continua la campagna di O…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Autismo: il deficit che si può rilevare dai sei mesi

E’ possibile rilevare i deficit di attenzione a partire dai sei mesi di vita nei bambini che svilupperanno col tempo i disturbi dello spettro autistico. autismoLa scoperta e’ stata effettuata da un team di ricercatori dell’Universita’ di Yale e descritta in un articolo pubblicato sulla rivista ‘Biological Psychiatry’. I risultati dello studio dimostrano che a sei mesi i neonati che un giorno soffriranno di autismo dedicano meno attenzione alle persone intorno e alle loro attivita’ rispetto ai coetanei che non svilupperanno disturbi dello spettro autistico.


Lo studio ha cercato la presenza di sindromi prodromici – i primi segni di disturbi dello spettro autistico – nei bebe’ di sei mesi d’eta’. I bambini ai quali e’ stato successivamente diagnosticato l’autismo mostravano gia’ a sei mesi una ridotta capacita’ di partecipare alle attivita’ sociali proposte dall’esterno. Si tratta della prima ricerca a dimostrare la presenza dei sintomi prodromici nel primo anno di vita del bambino. I risultati offrono nuovi parametri di riferimento per individuare i bambini piu’ a rischio dei disturbi autistici gia’ dai primi sei mesi.

1 comment

  1. Pingback: Autismo: il deficit che si può rilevare dai sei mesi | Solo Sogni Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi