Trapianti di fegato: l'Istituto …

Milano, 28 gennaio 2015– …

Disturbi alimentari: le dimensio…

La dimensione di alc…

I processi di apprendimento che …

Una nuova ricerca ha iden…

Lo sviluppo di testicoli si stud…

[caption id="attachment_8…

Superbatteri: una mina per tutti…

La piaga dei batteri resi…

Ulcera gastrica curata con le na…

Un paziente con una grave…

Disturbi del sonno: potrebbe ess…

Studio della Harvard Medi…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Pap test, per la diagnosi dei tu…

Il cancro alle ovaie e qu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cuore: polipillola, farmaco contenente diversi principi attivi per la prevenzione secondaria

La polipillola, un farmaco preventivo che contiene differenti principi attivi per la prevenzione secondaria delle malattie al cuore, potrebbe rappresentare una strategia a basso costo efficace.


Lo ha detto un gruppo di ricercatori spagnoli e newyorkesi in un editoriale che verra’ pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology. Le malattie cardiovascolari, hanno ricordato gli scienziati, sono tra le principali cause di morte in tutto il mondo, pari a circa 17,3 milioni di decessi all’anno. Con l’invecchiamento della popolazione e l’aumento della sopravvivenza dei pazienti affetti da malattie del cuore, sono sempre di piu’ le persone che potrebbero trarre vantaggio dalla prevenzione secondaria che include modifiche dello stile di vita e l’uso di farmaci, tra cui le statine, gli antitrombotici e quelli per ridurre la pressione sanguigna. Si stima che l’uso di questi farmaci riduca del 50 per cento la mortalita’ per malattie cardiache negli utlimi 20 anni nei paesi occidentali.

Secondo i ricercatori, si potrebbe migliorare la prevenzione secondaria, in particolare nei paesi con risorse limitate. Gli studiosi hanno cosi’ proposto di sfruttare la polipillola come una strategia a basso costo in grado di migliorare l’aderenza e ridurre i costi.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi