Adenocarcinoma polmonare: un nuo…

[caption id="attachment_6…

Carne rossa: fa bene al cuore so…

Contro il colesterolo cat…

Morbo di Crohn: nei casi più gra…

La malattia di Crohn è un…

Ecolocalizzazione: potremmo vede…

[caption id="attachment_1…

Perche' l'esame genetico da solo…

Ogni clinica dovrebbe dis…

Malattia di Parkinson: Messina s…

[caption id="attachm…

Proteine, grassi e carboidrati i…

Se potessero scegliere i …

Lucemia mieloide cronica: svelat…

[caption id="attachment_5…

‘NOVAIR’ – Broncopneumopatia Cro…

Firenze 15-17 febbraio 20…

Ictus silenti responsabili di pe…

Una ricerca statunitense …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ebola: due vaccini sperimentati su 100 casi offrono risultati promettenti

La sperimentazione clinica di due vaccini sara’ presto avviata in Svizzera su 100 persone a Losanna e a Ginevra. Lo ha dichiarato alla Radio Svizzera francese Marcel Tanner, direttore del “Public Health Institute” di Basilea.


“La Svizzera gioca un ruolo centrale” in questa ricerca, ha sottolineato Tanner, poiche’ si tratta dei vaccini per il momento piu’ promettenti per contrastare questa epidemia.   Tuttavia, prima che parta la sperimentazione, bisognera’ attendere l’autorizzazione di Swissmedic – l’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici – e della Commissione etica – si legge sul Corriere del Ticino. Parallelamente i vaccini verranno provati anche in Africa, in una zona non ancora colpita dalla febbre ebola.

Si tratta della prima fase di test, in cui vengono provate la sicurezza e l’efficacia nel rispondere ai due vaccini, che vengono definiti “promettenti”. Il primo e’ un adenovirus di scimpanze’, sviluppato dalle autorita’ sanitarie americane e dall’azienda farmaceutica GlaxoSmithKline. Il secondo vaccino e’ un virus della stomatite vescicolare, la cui licenza e’ in mano all’americana NewLink Genetics.

Se i due preparati dovessero risultare efficaci e produrre i necessari anticorpi in modo corretto, attraverso un procedimento accelerato potrebbero venir somministrati al personale sanitario che opera nelle zone colpite da ebola, ha detto ancora Tanner.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!