Everest chiama Milano - Breathin…

Parte da Milano un proget…

Al Besta messa a punto cura cont…

[caption id="attachment_8…

Orecchie a sventola addio:trauma…

Nuove tecniche per ot…

Tumori della laringe: chirurgia …

Intervenire chirurgicamen…

PEARSON ITALIA E FONDAZIONE TELE…

Il gruppo editoriale lead…

Sindrome metabolica e disfunzion…

[caption id="attachment_8…

CLUB DELL’OMOTOSSICOLOGIA: LA PA…

Appuntamento con il Club …

Infezioni vie urinarie: l'odore …

Quando la pipi' del bimb…

Sindrome di Joubert: uno studio …

[caption id="attachment_6…

Le aziende del farmaco equivalen…

Roma, 27 aprile 2015 - As…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fibrosi polmonare: possibile nuovo approccio terapeutico

Scoperto un approccio terapeutico che, almeno nei topi, permette di bloccare e di invertire il progresso della fibrosi polmonare.


A scoprirlo un gruppo di ricercatori della Yale University che hanno pubblicato i risultati delle loro ricerche sulla rivista Embo Molecular Medicine. fibrosiIl trattamento prevede l’utilizzo di una mimica di micro-RNA che viene portata ai polmoni da una semplice infusione nel sangue. “La mimica, una volta iniettata nel sangue, va al polmone e ha un effetto duraturo. Siamo molto colpiti dal fatto che si puo’ invertire la fibrosi, non solo impedirla”, ha detto Naftali Kaminski, MD, professore alla Yale School of Medicine e principale autore della ricerca. La ricerca e’ stata realizzata in collaborazione con miRagen Therapeutics che ha sviluppato la molecola (miR-29) che e’ stata impiegata nella sperimentazione.

La molecola era stata sviluppata per un diverso approccio terapeutico, ma ora, visti i risultati di questa sperimentazione, i ricercatori di Yale vogliono portare avanti le loro ricerche per verificare l’impatto della terapia sulla Fibrosi polmonare idiopatica umana.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x