Caffe' e bevande gassose: lunga …

[caption id="attachment_7…

Scoperta proteina che riattiva g…

I ricercatori della Divis…

Cervello: una sostanza chimica p…

Una sostanza chimica trov…

Molecole per fermare i prioni

Nuovi polimeri auto-illum…

Te' verde: sempre più numerosi g…

[caption id="attachment_3…

Risolta la struttura del coleste…

La struttura del colester…

Leucemia: Emma guarisce con cell…

Il sistema immunitario de…

Scoperto il segreto della 'droga…

[ANSA]Comune a molte form…

Screening? Yes, weekend! Un 8 ma…

In occasione della Festa …

Allergie: occhio a quelle "nasco…

Per i pazienti allergici …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Anche in Italia un numero verde per i malati di retinite pigmentosa

second_sightIl numero gratuito  800 879 697 è il nuovo numero verde, attivo ogni giorno,  che fornisce informazioni a coloro che sono affetti da retinite pigmentosa, una malattia rara, ereditaria e degenerativa, che porta progressivamente alla cecità. L’incidenza di questa malattia è di 1 caso ogni 4.000 persone e si stimano in Italia ben 15.000 casi.

Assia Andrao, Presidente dell’Associazione Retina Italia Onlus che proprio in questi giorni ha annunciato dei grandi cambiamenti nel proprio assetto organizzativo e un nuovo Congresso per i pazienti in occasione della Giornata Mondiale della Retina, ha voluto fortemente l’attivazione di un servizio telefonico per una maggior vicinanza ai pazienti e alle loro famiglie.  In quest’ottica, il numero verde agisce come primo contatto per i pazienti affinché possano essere informati su quanto l’innovazione scientifica e tecnologica offre loro oggigiorno per ritrovare maggiore indipendenza nonostante la cecità.

 A disposizione di chi chiama una brochure illustrativa di Argus II, la protesi retinica che permette di restituire una certa funzionalità visiva ai pazienti resi ciechi dalla malattia. Ad oggi si contano ben 12 impianti effettuati; il Prof. Stanislao Rizzo, Direttore del reparto di Chirurgia oftalmica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa, autore dei 12 impianti conferma: “l’esperienza del nostro Centro con la Protesi Retinica Argus II è consolidata; dopo 3 anni e 12 impianti in pazienti provenienti da tutta Italia, possiamo testimoniare la validità della protesi retinica, perfettamente biocompatibile e che non presenta  alcun malfunzionamento”.

Prima nel mondo, l’Italia ha utilizzato con successo il sistema Argus II dell’Azienda americana Second Sight Medical Products. In tutto il mondo ad oggi si contano più di 80 protesi impiantate.

Attraverso il numero gratuito  800 879 697 è inoltre possibile un primo confronto per verificare la presenza dei criteri fondamentali per potersi sottoporre all’eventuale intervento per impiantare la protesi retinica. I criteri sono:

•  Età pari o maggiore a 25 anni

•  Degenerazione della retina esterna da grave a profonda

•  Percezione residua della luce; se non è presente alcuna percezione residua della luce,  la retina deve essere in grado di rispondere alla stimolazione elettrica

• Precedente anamnesi di acutezza visiva morfoscopica utile

Il numero verde è utile anche per ricevere i contatti di Retina Italia Onlus e di Second Sight Medical Products.

Second Sight Medical Products, Inc., con sede a Sylmar, in California, è una società a capitale privato fondata nel 1998 da Alfred Mann, dal dottor Sam Williams e da Gunnar Bjorg, con l’obiettivo di creare una protesi retinica che restituisse la vista a non vedenti affetti da degenerazioni della retina esterna, come la retinite pigmentosa. Second Sight ha attualmente più di 85 dipendenti e il suo ufficio europeo si trova a Losanna, in Svizzera. Attraverso dedizione e innovazione, la missione di Second Sight è sviluppare, realizzare e commercializzare protesi visive impiantabili che consentano ai non vedenti di acquisire maggiore indipendenza. Per info www.2-sight.eu/it

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!