Nanoscienze: nasce il nuovo isti…

Roma, 1 ott - Un nuovo i…

Tumori: quali sono i sintomi che…

Studio dello University C…

Ustekinumab: nuovi risultati di …

I benefici di ustekinumab…

Stesso virus della passata stagi…

I SONDAGGI* DI WWW.OSSERV…

Tumori della tiroide, sembra un'…

Casi in crescita, ma una …

Nanodroni scagliati contro il "b…

Oggi e' possibile super…

Disturbi di stagione: attenzione…

Calano bruscamente le tem…

Invecchiamento precoce causerebb…

- L'acceleramento dell'in…

Artroscopia per riparare la cavi…

Nel mondo dello sport è c…

Una ricerca getta luce sulle ter…

Finanziati in parte dall'…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infarto: determinante lo stile di vita, più della storia familiare

Per calcolare in modo corretto il rischio di subire un attacco cardiaco bisognerebbe guardare di piu’ allo stile di vita che alla storia familiare o alla genetica.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio del Medical Centre Heart Institute negli Stati Uniti, presentato in occasione della conferenza annuale dell’American Society of Human Genetics di San Diego.    Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori ha esaminato un gruppo di pazienti affetti da malattia coronarica con diversi livelli di gravita’, che avevano subito un attacco di cuore. Ebbene, gli scienziati hanno riscontrato che il legame tra infarto e una storia familiare di malattie cardiache e’ molto meno significativo di quanto si e’ pensato finora. “Questa scoperta – ha sottolineato Benjamin Horne, lo scienziato che ha coordinato lo studio – potrebbe aiutare le persone a rendersi conto che, attraverso le loro scelte, hanno un maggiore controllo sull’eventualita’ di avere un attacco di cuore”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!