Nei mancini il rischio psicosi è…

Una brutta notizia per i …

Nasce il network della ricerca c…

Stadler (Grünenthal Ita…

La luce influisce cognitivamente…

La luce migliora l'attivi…

Sordità: ricerca dimostra che ri…

Per la prima volta un'ini…

Nuovo sensibilissimo test ematic…

[caption id="attachment_1…

Parkinson: la formazione di fibr…

Scoperto il modo in cui i…

Batteri resistenti: entro l'anno…

Entro un anno potrebbe e…

Nuova tecnica per cellule stamin…

Sviluppata una nuove tecn…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Infarto: determinante lo stile di vita, più della storia familiare

Per calcolare in modo corretto il rischio di subire un attacco cardiaco bisognerebbe guardare di piu’ allo stile di vita che alla storia familiare o alla genetica.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio del Medical Centre Heart Institute negli Stati Uniti, presentato in occasione della conferenza annuale dell’American Society of Human Genetics di San Diego.    Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori ha esaminato un gruppo di pazienti affetti da malattia coronarica con diversi livelli di gravita’, che avevano subito un attacco di cuore. Ebbene, gli scienziati hanno riscontrato che il legame tra infarto e una storia familiare di malattie cardiache e’ molto meno significativo di quanto si e’ pensato finora. “Questa scoperta – ha sottolineato Benjamin Horne, lo scienziato che ha coordinato lo studio – potrebbe aiutare le persone a rendersi conto che, attraverso le loro scelte, hanno un maggiore controllo sull’eventualita’ di avere un attacco di cuore”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi