Tecnica a base di iniezioni di s…

Un'iniezione di staminal…

Alzheimer: diagnosi oggettive si…

Un team di ricercatori gu…

ELANA riporta il sangue al cerve…

  [caption id="attachm…

Fumo: il sistema/vaccino che non…

I ricercatori hanno inser…

Studio: per la prima volta otten…

[caption id="attachment_8…

Se il legno può sostituire le os…

La questione se le ossa d…

Stress ossidativo tra le cause d…

[caption id="attachme…

Ottimi i risultati del Cetuximab…

[caption id="attachme…

Cefalea post-coitale: un uomo su…

È noto come mal di testa …

L’FDA approva un nuovo farmaco b…

La Food and Drug Administ…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Helicobacter pylori: il batterio che protegge le donne dalla Sclerosi Multipla

I ricercatori precisano: quella che è stata riscontrata nel loro studio è solo un’associazione, non un legame di causa-effetto

Il batterio Helicobacter pylori sarebbe in grado di difendere le donne dallo sviluppo della sclerosi multipla: è quanto emerge da uno studio pubblicato sul Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry da un gruppo di ricercatori supervisionati da Allan Kermode dell’University of Western Australia di Perth.  Il batterio, che solitamente si insedia nello stomaco, secondo i ricercatori istruirebbe il sistema immunitario a non attivarsi contro la guaina protettiva che riveste le fibre nervose, proteggendo così dallo sviluppo di questa malattia autoimmune, la sclerosi multipla.

L’H. pylori è un batterio che solitamente si insedia nello stomaco; mentre in molti casi non provoca alcuna conseguenza, in altri può invece favorire lo sviluppo di ulcere e tumori gastrici. Secondo le stime una persona su due nel mondo ne è portatrice, con una prevalenza molto più alta nei Paesi in via di sviluppo rispetto ai Paesi più ricchi perché “l’Helicobacter solitamente viene acquisito durante l’infanzia, ed è direttamente correlato con scarsi livelli di igiene”, spiega Kermode.

Dai dati raccolti emerge dunque che questa infezione contratta dalle donne nei primi anni di vita può limitare il rischio di sviluppare la sclerosi multipla più in là nella vita. I ricercatori precisano che la connessione tra i due fattori – presenza nell’organismo dell’H. pylori e la protezione contro la sclerosi multipla – non è ancora chiara, e che quella che è stata riscontrata nel loro studio è solo un’associazione, non un legame di causa-effetto.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!