Patologie cardiache: un amminoac…

Un molecola "sentinella" …

Emorragia subaracnoidea, fumo e …

Il fumo, la pressione alt…

Sindrome da deficit di attenzion…

La sindrome da deficit di…

Ansia: scoperta una sostanza dir…

[caption id="attachment_6…

Uso delle cellule staminali per …

Nel campo della Medicina …

Longevità: sono i telomeri a det…

Una  ricerca sul diamante…

Giuseppe Mele, presidente della …

I genitori di oggi guarda…

Scienziati mettono in guardia da…

Nuove scoperte fatte da u…

Fare rete per fare innovazione n…

Giovedì 22 settembre, per…

TBC: vicini alla realizzazione d…

Scoperto un nuovo po…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Un caffè al dì, per allontanare il rischio melanoma

Basta una sola tazza di caffe’ al giorno per scongiurare il rischio di sviluppare un cancro alla pelle. Mentre quattro tazze al giorno potrebbero essere ancora piu’ protettive contro il melanoma maligno.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio del dipartimento di ricerca sulla salute del governo degli Stati Uniti, pubblicato sul Journal of the National Cancer Institute. Gli scienziati hanno seguito 450mila uomini e donne per un decennio.  All’inizio dello studio i volontari avevano un’eta’ media di 63 anni e nessuno aveva un melanoma maligno. Alla fine dello studio, invece, a quasi 3mila soggetti era stato diagnosticato un cancro della pelle.

Ebbene, coloro che hanno bevuto caffe’, cioe’ circa il 90 per cento di tutto il gruppo, sono risultati meno a rischio di sviluppare questo tipo di tumore. Il rischio si e’ ulteriormente ridotto quando le tazze di caffe’ consumate al giorno hanno raggiunto quota 4: questi forti bevitori di caffe hanno avuto il 20 per cento in meno di probabilita’ di sviluppate il tumore della pelle rispetto a chi non ha mai consumato questa bevanda. Studi precedenti hanno dimostrato che la caffeina puo’ provocare la morte delle cellule danneggiate dai raggi UV, lasciando illese quelle sane.

Il nuovo studio ha preso inoltre in considerazione fattori che potrebbero aver influenzato il risultato, tra cui il fumo, l’alcol e l’esposizione solare nelle citta’ di residenza dei soggetti. Nonostante questo, l’effetto protettivo della caffeina e’ risultato indiscutibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: